“Il Covid non andrà via con il vaccino. Dobbiamo imparare a convivere con il virus anche senza vederlo”, la previsione di Ilaria Capua

La virologa italiana Ilaria Capua, ai microfoni DiMaterdì, in onda su La7, ha illustrato il suo punto di vista, parlando dello scenario futuro della pandemia da Covid.

L’esperta ha fatto sapere cosa pensa del vaccino, per poi rispondere a delle domande dirette, in particolare Alessandro Sallusti le ha domandato quando scomparirà il virus.

La virologa ha così espresso il suo parere:

“Il Covid non andrà via nemmeno con il vaccino. Il vaccino riduce la malattia, ma la circolazione virale non può essere azzerata.

Dobbiamo imparare a conviverci anche senza vederlo, come è accaduto per altre malattie in passato”.

Nel corso del suo intervento, Ilaria Capua ha ribadito che il vaccino avrà la capacità di ridurre la trasmissione del virus ma non riuscirà a neutralizzare del tutto la sua corsa.

Il Covid non andra con il vaccino Capua

Le previsioni di Ilaria Capua sul futuro della pandemia da Covid

A proposito del destino del virus, l’esperta di fama internazionale ha precisato:

“Questo virus purtroppo non andrà via e diventerà endemico, nel senso che ormai la sua circolazione è attiva, e non solo nella popolazione europea il vaccino azzera la malattia e riduce la trasmissione”.

Soffermandosi poi sull’analisi dell’efficacia dei vaccini anti Covid, Ilaria Capua nel corso del suo intervento a DiMaterdì ha dichiarato:

“Abbiamo visto che il vaccino Pfizer riduce del 90% la trasmissione con 2 dosi. Con una dose, la riduce dell’80%.

Più vacciniamo le persone e ci saranno zero morti, e si ridurrà progressivamente la circolazione del virus.

È per questo che per alcune infezioni come il morbillo o la varicella si continua a vaccinare, perché il virus circola ancora”.

La virologa italiana ha infine condiviso con il pubblico televisivo del programma in onda su La7, la sua previsione sui prossimi mesi di convivenza con il Covid:

“La transizione tra emergenza pandemica ad emergenza epidemica avverrà e noi impareremo a convivere con il virus, anche senza vederlo per la stragrande maggioranza dei casi”.

Leggi anche:

 

Condividi: