“I vaccini Pfizer e Moderna riducono le infezioni da Covid del 90 per cento”, rivela il nuovo studio dei CDC

È categorico lo studio pubblicato dai Centri per la prevenzione ed il controllo delle malattie americane, in merito ai vaccini Pfizer e Moderna.

La somministrazione dei vaccini Pfizer e Moderna è in grado non solo di bloccare la pericolosità del virus Sars Cov-2, ma anche di impedirne la contagiosità. Lo studio americano sulla efficacia dei due principali vaccini Made in Usa è stata condotta nel periodo che va dallo scorso dicembre a marzo 2021.

Leggi anche: Franco Locatelli sul vaccino AstraZeneca: “Si sono registrati 25 casi di trombosi su 20 milioni di somministrazioni, il Covid è molto più pericoloso”

Sono state testate circa 4 mila persone che avevano ricevuto uno dei due vaccini Pfizer o Moderna, rilevandone l’efficacia sia in termini generali che come diminuzione dei contagi. Gli Stati Uniti, come sappiamo, sono stati uno dei Paesi maggiormente colpiti da questa pandemia causata dal Covid. E le autorità, spinte dal nuovo Presidente Biden, hanno cominciato una campagna di vaccinazione veramente imponente. Come avvenuto anche in altri Paesi, Gran Bretagna e Israele in testa, che hanno raggiunto in queste ore risultati definiti sorprendenti.

Nuovi studi sui vaccini

I nuovi studi sui vaccini Pfizer e Moderna

I vaccini Pfizer e Moderna, ribadiscono le autorità mediche americane, stanno fornendo una copertura eccellente sia dopo la somministrazione della seconda dose, che anche solamente dopo la prima. Lo studio condotto ha rilevato che la prevenzione contro il Covid è stata del 90%, indipendentemente dai sintomi. Anche dopo la prima dose la trasmissione era fortemente ridotta, di circa l’80 per cento, riuscendo in questo modo ad evitare che la tanto temuta terza ondata potesse risultare più letale delle precedenti.

Leggi anche:”Chi rifiuta di vaccinarsi con AstraZeneca deve attendere altri tipi di vaccini anti Covid”, annuncia il presidente del Css Franco Locatelli

I vaccini Pfizer e Moderna, da quanto pubblicato, sono anche molto efficaci nei confronti delle temute varianti. Quelle, per intenderci, che hanno prodotto anche in Italia la situazione odierna. Notevole aumento dei contagi, e abbassamento dell’età media dei pazienti. Purtroppo, dopo i primi e roboanti annunci, la campagna di vaccinazione nel nostro Paese ha subito un notevole rallentamento.

La scelta di affidare all’Europa l’acquisto dei vaccini Pfizer e Moderna non è stata certo delle migliori.

Condividi: