Un 33enne va in Turchia per sbiancarsi i denti e muore. Finiti in coma i suoi due compagni di viaggio

Una vicenda tragica è capitata a tre amici, partiti dall'Irlanda del Nord per sbiancarsi i denti in Turchia

Richard Molloy, 33 anni, va in Turchia per sbiancarsi i denti e muore. Una vicenda tragica è capitata a tre amici partiti dall’Irlanda del Nord per sottoporsi a delle cure odontoiatriche in Turchia.

Richard Molloy è stato trovato morto in un appartamento di Marmaris, nel Sud della Turchia, che aveva affittato insieme ai due suoi compagni di viaggio: Declan Carson ed Aaron Callaghan.

I tre giovani avevano scelto la Turchia per sbiancarsi i denti, ma il loro viaggio si è risolto con un epilogo tragico.

La vittima originaria di Ardoyne, nel nord di Belfast, è morto lo scorso 3 ottobre dopo aver raggiunto la città portuale meridionale di Marmaris.

In Turchia, sbiancamento dentale finisce in tragedia

Gli altri due suoi compagni di viaggio, Declan Carson ed Aaron Callaghan, sono finiti in coma.

Ancora non è chiara la causa del decesso del 33enne che va in Turchia per sbiancarsi i denti e muore.

Da quanto riferito da alcuni media anglosassoni, sembra che i tre amici abbiano assunto dei farmaci specifici per cure odontoiatriche.

Va in Turchia per sbiancarsi i denti e muore

Al momento si indaga sulla procedura di sbiancamento dei denti alla quale dovevano sottoporsi i tre uomini.

In particolare, si vuole fare chiarezza sul probabile uso di medicinali assunti dalla vittima e dai suoi amici prima del trattamento.

Vanno in Turchia per sbiancamento dentale finisce in tragedia

A quanto pare, alcune sostanze contenute in questi farmaci avrebbero causato il decesso del 33enne e lo stato comatoso di Callaghan e di Carson, che si trovano ancora in Turchia.

Le autorità turche ed irlandesi stanno collaborando per riportare la salma di Richard in Irlanda del Nord. Una procedura resa possibile grazie all’aiuto dell’associazione Kevin Bell Repatriation Trust.

L’associazione che sta aiutando la famiglia di Richard a riportare in patria i suoi resti, ha rivelato che ancora non si sa come i tre giovani si sia ridotti in condizioni così gravi.

Il parlamentare irlandese John Finucane ha definito la tragedia “assolutamente straziante” spiegando che i turisti erano “tre giovani sani e perfettamente in forma”.

Una portavoce del ministero degli Esteri ha riferito di essere “in contatto con le autorità turche” per offrire la totale assistenza alle vittime ed alle loro famiglie.

Back to top button