Torturano e uccidono un cervo. Gli aguzzini rischiano 37 anni di carcere

Accusati di crimini commessi per crudeltà contro un animale adesso sono stati rilasciati su cauzione in attesa del processo

Torturano e uccidono un cervo con un sadismo brutale e raccapricciante, riprendendo anche la scena che poi decideranno di pubblicare sui social network.

Pensavano di aver pubblicato un video divertente, i due criminali adolescenti che hanno infierito, fino ad ucciderlo, su un cervo trovato nel bosco. Di certo non si aspettavano di finire davanti ad un procuratore distrettuale.

Torturano e uccidono un cervo: secondo la giustizia non la passeranno liscia

Hanno 18 e 17 anni Alex Smith e l’altro ragazzo che sono finiti davanti al procuratore distrettuale della contea di Jefferson, Pennsylvania, con l’accusa di aver commesso un crimine crudele contro un animale selvatico.

A fine novembre i due delinquenti hanno torturato fino alla morte un povero cervo. E dopo aver ripreso l’orribile scena, hanno pubblicato il tutto su Snapchat.

Di certo non si aspettavano di scatenare un’ira furiosa in coloro che hanno avuto la sfortuna di visionare la brutale sequenza delle immagini in questione.

Più di 700.000 mila persone hanno infatti firmato una petizione online volta a sollecitare le autorità competenti a condannare i due adolescenti.

Che sono accusati di crudeltà verso gli animali, corruzione di un minore e manomissione di prove fisiche.

Il maggiore dei due, Alex Smith, è il figliastro del capo della polizia di Brookville, Vince Markle. Essendo maggiorenne, rischia una pena di 37 anni da scontare in carcere.

Il suo complice, che non ha ancora compiuto 18 anni, invece se condannato, sconterà una pena in un carcere minorile.

uccidono un cervo

Il filmato pubblicato su Snapchat

Nelle inequivocabili scene riprese dal cellulare di uno dei due aguzzini, si vedono i due che ridendo prendono a calci il cervo morente. A cui verrà staccata una delle corna, dopo aver esalato il suo ultimo respiro.

Scene brutali, che colpiscono le molte persone che hanno a cuore la vita degli animali. Che di certo non meritano un trattamento e una morte simile.

Tim Layton, presidente della Commissione del Board of Game della Pennsylvania ha dichiarato:

“È facile capire perché la gente si sia sentita coinvolta per una simile crudeltà. Ma lo scenario peggiore sarebbe stato affrettare le indagini e andare in tribunale con un caso che non era così forte come avrebbe potuto essere “

Jeff Burkett, procuratore distrettuale della Contea di Jefferson, ha invece detto la sua sulle critiche rivolte al sistema giudiziario, da parte delle molte persone che chiedono, a gran voce, giustizia per il cervo.

” La gente ha supposto che gli ufficiali stessero perdendo tempo quando, in realtà, è vero il contrario. Hanno dedicato molto lavoro a questo caso al fine di presentare atti concreti per un procedimento giudiziario. Mi congratulo con la Pennsylvania Game Commission per i loro sforzi”.

Al momento Alex Smith è in attesa di processo, dopo essere stato rilasciato dietro una cauzione di 50.000 dollari. Il complice è anche lui in attesa di processo che si svolgerà alla corte minorile.

Leggi anche:

Back to top button