Uno studio rivela che le sostanze chimiche presenti in alcuni prodotti per i capelli aumentano il rischio di sviluppare il cancro al seno

Un team di ricerca ha evidenziato i pericoli della stiratura chimica e delle tinture per capelli, dove si celano sostanze chimiche che espongono potenzialmente al cancro al seno

Alcuni prodotti di uso quotidiano celano al loro interno delle sostanze chimiche che possono contribuire allo sviluppo del cancro al seno. Il più diffuso tra tutti i tumori femminili che ha un tasso di mortalità significativo in tutto il mondo.

Un recente studio ha rivelato i pericoli legati alla stiratura dei capelli ed alle tinture. Questi prodotti comuni possono nascondere un pericolo terrificante.

A tale conclusione è giunto lo studio pubblicato sulla rivista “International Journal of Cancer“.

Lo studio si è posto come obiettivo quello di analizzare le relazioni di questi tipi di procedure hairstyle con l’aumento dell’indice del cancro al seno.

I risultati dimostrano che il contatto con questo tipo di prodotti potrebbe aumentare il rischio di cancro al seno del 60%, soprattutto nelle donne di colore.

I ricercatori hanno notato un aumento della probabilità di sviluppare il cancro al seno in coloro che eseguono procedure chimiche per stirare e colorare i capelli.

Inoltre è emerso che il gruppo di donne più esposto al rischio è quello delle donne di colore.

Lo studio ha esaminato più di 50.000 donne americane per 6 anni. Il campione era formato da soggetti di età compresa tra 35 e 74 anni.

Tra tutte le partecipanti, 2.794 donne hanno avuto una diagnosi di cancro al seno, e più della metà ha affermato di utilizzare prodotti estetici per i capelli con una certa frequenza.

Inoltre, più del 50% delle donne seguite nel corso della ricerca ha dichiarato di essersi sottoposta ad una procedura hairstyle nell’ultimo anno.

colorare i capelli

Le sostanze chimiche dei prodotti per i capelli espongono ad un maggiore rischio di cancro al seno

Si è inoltre appurato che le donne di colore si sottopongono ad un maggior numero di procedure. Circa tre donne su quattro sono solite eseguire la stiratura chimica dei capelli.

Per gli scienziati, la frequenza con cui i capelli ed il cuoio capelluto entrano in contatto con le sostanze chimiche è la chiave per comprendere il legame tra il cancro al seno e le sostanze chimiche.

Di fatto, si è rilevato che le donne che si tingevano i capelli ogni mese o due mesi avevano il 66% di probabilità in più di sviluppare il cancro al seno, rispetto alle donne che non si tingevano.

Dei casi studiati relativi alle donne con il cancro al seno, circa il 18% erano legati ai prodotti per capelli per la stiratura chimica.

Gli studiosi hanno evidenziato che molti prodotti per capelli hanno componenti che alterano il sistema endocrino. A cui si aggiungono delle sostanze cancerogene che possono potenzialmente esporre al cancro al seno.

In particolare, i prodotti utilizzati dalle donne di colore per rendere i capelli lisci hanno composti più attivi a livello ormonale.

Si precisa che lo studio non stabilisce una relazione di causa ed effetto tra l’uso di questi prodotti e lo sviluppo del cancro al seno.

Anche se i ricercatori hanno notato che molte donne che si tingevano o si lisciavano ogni 5 settimane per diversi anni, si sono ammalate di cancro.

Back to top button