12.000 leoni allevati in cattività per essere massacrati dai turisti

Lord Michael Ashcroft ha svelato in un suo libro inchiesta una pratica di caccia crudele che si pratica in Sud Africa e che vede come vittime i leoni

Un libro scritto da Lord Michael Ashcroft ha fatto luce su delle pratiche aberranti dell’industria della caccia in Sud Africa: migliaia di leoni sono allevati in cattività per essere abbattuti dai turisti.

L’uomo d’affari e filantropo britannico ha rivelato delle informazioni scioccanti.

Nel suo libro dal titolo Unfair Game: An Exposé of South Africa’s Capitan Torive-Bred Lion Industry, esamina l’allevamento in cattività e la cosiddetta “caccia in scatola”.

Ashcroft riferisce che oggi circa 12.000 leoni allevati in cattività in Sud Africa sono destinati a questo rituale crudele.

12.000 leoni allevati in cattività

Da un estratto del suo pubblicato dal Daily Mail, Ashcroft scrive:

Non è esagerato dire che l’abuso di leoni in Sudafrica è diventato un’industria. Ogni anno si allevano migliaia di leoni nelle fattorie;

si strappano alle loro madri quando hanno solo pochi giorni, sono usati come pedine nel settore del turismo e poi uccisi durante una “caccia”

o semplicemente macellati per le loro ossa e altre parti del corpo, che sono molto preziose nel mercato asiatico della droga”.

Inoltre il libro rivela altri dettagli cruenti sulla pratica dei leoni allevati per essere abbattuti:

“Nel frattempo, sono malnutriti, tenuti in condizioni di scarsa idratazione ed igiene, picchiati se non vanno bene per i clienti paganti e drogati.

Questo sistema è fiorito in bella vista in Sud Africa, infliggendo a questa nobile bestia una miseria di portata inimmaginabile”.

In base ai dati raccolti nella sua indagine almeno 12.000 leoni sono allevati in cattività rispetto alla popolazione che vive in natura di 3.000 persone.

Le persone che prendono parte a tale sistema di sfruttamento non subiscono alcuna persecuzione dalle leggi.

leoni allevati in cattività per essere abbattuti

Leoni allevati in cattività per essere abbattuti dai turisti

Secondo l’articolo del Daily Mail, Ashcroft ha realizzato due operazioni sotto copertura nel corso di due anni.

Si tratta delle operazioni ribattezzate: Operazione Simba ed Operazione Chastise.

Il team coinvolto nelle operazioni ha trovato le prove dei leoni da caccia allevati in cattività per scopi di tipo sportivo.

Un video mostra una leonessa abbattuta con nove spari mentre muore a terra.

Inoltre, il libro di Ashcroft svela che un leone adulto può valere fino a 40.000 dollari per i cacciatori di trofei.

Nella nota stampa di presentazione al libro, il cui ricavato sarà devoluto alla fauna selvatica in Sud Africa, Ashcroft lancia un monito.

leoni abbattuti

“L’allevamento di leoni umilia il Sudafrica, un Paese che ho amato visitare per molti anni.

È tempo di riconoscere che si tratta di un’industria crudele e barbara che non ha posto nel XXI secolo.”

Grazie alle sue indagini, Ashcroft ha smascherato il terribile flagello dei leoni allevati in cattività per essere abbattuti dai turisti.

La caccia ai trofei è una realtà grave, ma la “caccia in scatole” è ancora più crudele.

Leggi anche:

Back to top button
Close
Close