Senza lavoro e senza casa padre e figlio costretti a dormire in strada

Daniel è un 54enne argentino che vive a Buenos Aires.

Il Coronavirus ci ha chiusi in casa e in alcuni casi ci ha tolto anche il lavoro, come è successo a quest’uomo di 54 anni che insieme al figlio di 10 è costretto a dormire in strada.

Questa tristissima vicenda viene da Buones Aires, in Argentina e racconta un’altra faccia, terribile e forse sottovalutata del Coronavirus: quella della povertà.

Senza lavoro e senza casa

Costretto a dormire in strada con il figlio, Daniel chiede aiuto

Ci hanno chiesto di rimanere al sicuro nelle nostre case e noi l’abbiamo fatto. Ma ci siamo forse mai fermati a pensare a chi una casa non ce l’ha?

La storia che stiamo per raccontarvi viene da lontano, ma non per questo può lasciarci indifferenti, perché la verità è che potremmo facilmente trovarci nelle stesse condizioni di Daniel e di suo figlio Lautaro.

Daniel è un 54enne argentino che vive a Buenos Aires. E’ vedovo e ha un figlio di 10 anni di nome Lautaro. Prima del Coronavirus faceva il muratore e l’elettricista, ma con lo scoppio della pandemia ha perso tutto, persino la sua casa.

Da mesi è costretto a dormire in strada, A Plaza Congreso e le difficoltà con cui deve fare i conti sono tante e sempre più serie.

Padre e figlio non possiedono più nulla, tranne i vestiti che hanno sempre addosso. E siccome piove sempre sul bagnato, la vita ha deciso di sferrargli un altro terribile colpo.

padre e fglio

Il furto dello zaino

Qualcuno ha pensato bene di rubargli lo zainetto in cui riponevano le uniche provviste che avevano. Fortunatamente, questo spiacevole episodio che li ha visti protagonisti, ha permesso a tanta gente di conoscere la loro situazione.

Il buon cuore delle persone ha avuto la meglio e Daniel e Lautaro hanno ricevuto diversi regali da parte di persone che nemmeno li conoscevano.

Cibo, vestiti e articoli per l’igiene sono solo alcune delle cose che si sono visti portare dopo che la loro situazione è diventata di dominio pubblico.

L’uomo non ha potuto fare a meno di commuoversi al pensiero della gentilezza delle persone. Che non si è fermata lì, visto che qualcuno gli ha anche offerto un lavoro e una casa.

Molto probabilmente padre e figlio, molto presto potranno dormire nuovamente in un luogo più accogliente e soprattutto sicuro.

senza casa

Questa storia non può che scaldarci il cuore e dimostra che l’uomo, nonostante tante cattiverie di cui leggiamo ogni giorno, è capace di fare buone azioni disinteressate che salvano la vita di altre persone che hanno perso tutto.

Leggi anche:

Back to top button