Il 97% delle persone non sa cucinare il riso nel modo corretto. Come rimuovere l’arsenico con un semplice metodo

Cuocere il riso dopo aver usato il sistema di percolazione permette di rimuovere l'85% dell'arsenico

Il riso è il cereale più contaminato dall’arsenico, una sostanza tossica che si trova nel suolo e nell’acqua, per questo motivo è bene sapere come cucinare questo alimento nel modo corretto per rimuovere tale sostanza.

Si tratta di un semplice metodo ignorato dalla maggior parte delle persone. Infatti il 97% delle persone cucina il riso in modo errato. Come conseguenza si mette in pericolo la salute ed il benessere.

Ogni varietà di riso contiene tracce di arsenico, come riferito qualche tempo fa dal sito web della rivista Telegraph. Una notizia che ha fatto sorgere tanti dubbi e domande.

La quantità di arsenico che si trova nel cereale si deve all’utilizzo di fertilizzanti e di pesticidi industriali. Che una volta usati restano nel terreno delle piantagioni di riso per decenni e così vengono assorbiti dal cereale.

Se si consuma spesso questo cereale e non lo si cucina correttamente si è esposti ad un grave rischio. Si corre il pericolo di assorbire tossine e sostanze nocive.

Nel caso dell’assorbimento dell’arsenico da parte dell’organismo si possono sviluppare: malattie cardiovascolari, insufficienza renale, cancro e diabete.

Per questo motivo è bene preparare il riso nel modo corretto. Alcuni ricercatori della Queen’s University di Belfast hanno individuato il corretto metodo di cottura del riso.

Cuocere il riso con il sistema di percolazione permette di rimuovere l’85% dell’arsenico inorganico. Quindi prima di mettere i chicchi nella pentola è bene seguire degli accorgimenti.

cucinare il riso

Come cucinare il riso nel modo corretto per rimuovere l’arsenico

I Paesi che consumano abitualmente nella loro dieta il riso lo puliscono seguendo un vero e proprio rituale.

I giapponesi, i vietnamiti ed i coreani lavano il riso 7 volte prima di cucinarlo. Questo metodo può essere usato quando non si ha tempo.

Ma il metodo migliore è quello di lasciare in ammollo il riso durante la notte in abbondante acqua. Così la concentrazione di arsenico scenderà dell’80%.

Inoltre se si lascia in ammollo il riso si riducono i suoi tempi di cottura. Anche il sapore avrà una connotazione diversa.

Ecco come preparare il riso per rimuovere l’arsenico

Il riso fa parte del regime alimentare di molte persone soprattutto che seguono una dieta. Ecco perché è bene cucinare il riso nel modo corretto per rimuovere l’arsenico.

Si deve solo prendere la porzione di riso da preparare e lasciare in acqua usando un rapporto di 1 a 5. Si deve lasciare il cereale immerso per tutta la notte.

Al mattino poi si deve sciacquare più volte. Fino a quando l’acqua non sarà completamente pulita. Si deve lasciar asciugare il riso in un grande setaccio, e poi su della carta da cucina oppure su un asciugamano adatto.

Dopo si può mettere a bollire in acqua preriscaldata. Durante l’ebollizione è bene ridurre il calore al minimo. Si deve coprire con il coperchio e lasciar cucinare a fuoco molto basso per circa dieci minuti.

Un altro consiglio è quello di non aprire il coperchio durante la cottura perché influisce sulla sua preparazione.

Back to top button