7 alimenti da non tenere mai in frigo per non danneggiare la tua salute

Conservare alcuni alimenti e gli avanzi di un pasto precedente in frigorifero, è un'abitudine comune

Tuttavia ci sono alcuni alimenti che non dovresti mai tenere in frigo o in cui dovrebbero essere conservati per un breve periodo.

Ci sono alcuni rischi per la salute dovuti a questa abitudine, soprattutto se portata avanti in maniera errata.

7 alimenti da non tenere in frigo

CIBO IN SCATOLA

Fai attenzione alle lattine aperte, in particolare a quelle con contenuto acido, come succhi di frutta o pomodori, che possono causare il trasferimento del metallo negli alimenti. Che può causare sintomi avversi a breve termine, come febbre, nausea e diarrea.

ZUPPA IN SCATOLA

Nel 2011, uno studio condotto da ricercatori della Harvard School of Public Health ha dimostrato che il consumo di zuppa in scatola per cinque giorni aumenta la concentrazione di BPA (o bisfenolo A, utilizzato nelle materie plastiche) nelle urine di oltre il 1000%, rispetto alle persone che hanno consumato zuppa fresca nello stesso periodo.

alimenti

Il rivestimento interno della resina può contaminare la zuppa causando disregolazione endocrina chimica, che è correlata a obesità, danni al fegato e altri problemi.

MUFFA

Ti è sicuramente capitato di guardare un pomodoro con la muffa e rimuovere quella parte pensando che sarebbe andato tutto bene. Sbagliato.

Gli studi rivelano che la muffa penetra profondamente sotto la superficie del cibo, specialmente in prodotti come frutta e verdura.

La muffa produce spore, che nell’ambiente secco di un frigorifero si diffondono nell’aria, causando il contagio di tutto il resto. La prossima volta che vedi un alimento in parte ammuffito, gettalo e non rischiare.

SALUMI

Un recente studio condotto da un istituto svedese collegato alla ricerca alimentare ha scoperto che il consumo di carne trasformata aumenta il rischio di cancro al pancreas.

Per ogni 50 grammi di carne lavorata consumata quotidianamente, come pancetta, affettati e salsicce, il rischio aumenta il rischio di questa malattia del 19%.

La soluzione è quella di sostituire questo tipo di carne con freschi.O optare per un’altra proteina in più da gustare.

MARGARINA

Il processo di idrogenazione della margarina forma grassi trans che, se consumati in grandi quantità, aumentano il colesterolo cattivo (LDL) e diminuiscono il colesterolo buono (HDL).

Inoltre, un recente studio del professor John M Davis presso il National Institute of Health ha scoperto che, tra i pazienti con malattie cardiache, la sostituzione di grassi animali saturi con grassi vegetali polinsaturi può aumentare il rischio di malattie cardiache e infarto.

MELE NON BIOLOGICHE

Secondo l’Environmental Working Group (EWG), le mele sono in cima all’elenco dei prodotti freschi che potrebbero essere contaminati da pesticidi, seguiti da sedano e peperoni.

Secondo l’EWG, l’elenco è stato redatto dopo che il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) ha lavato i prodotti con macchine ad acqua ad alta pressione.

Poiché rimane la questione se i pesticidi vengano rimossi in questo modo, EWG consiglia i prodotti biologici. Il consumo di prodotti con pesticidi provoca avvelenamento del cervello e del sistema nervoso, aumentando il rischio di cancro e altre gravi malattie.

AVANZI

Secondo FoodSafety.gov, il tempo di conservazione degli avanzi in frigorifero non deve superare i quattro giorni per prevenire le malattie di origine alimentare.

In caso contrario, si è a rischio di intossicazione alimentare, i cui sintomi sono, va ricordato, dolori di stomaco, vomito e diarrea.

Leggi anche:

Back to top button