Tredicenne inala il deodorante per sentire il profumo della sua mamma e muore per arresto cardiaco

Amava sentire il profumo della sua mamma intorno a sé il piccolo Jack e per questo aveva iniziato a spruzzare e inalare il deodorante usato dalla donna. Un’abitudine che gli è stata fatale

Protagonista di questa vicenda è Jack Waple, un adolescente di Nockwold , Regno Unito. Quel giorno, come tanti altri giorni, il tredicenne inala il deodorante per sentire il profumo della sua mamma. Poco dopo muore per arresto cardiaco causato, come rilevato dell’autopsia, dall’inalazione del gas.

Una tragedia che richiama alla memoria un episodio simile accaduto sempre in Inghilterra e che causò 3 anni fa la morte di un altro giovane ragazzo. In quell’occasione la vittima era un sedicenne che, a causa di alcuni problemi psicologici, rifiutava di lavarsi ed abusava di deodoranti spray.

In questo caso invece, il piccolo Jack non soffriva di nessun disturbo. La conferma arriva non solo da amici e conoscenti, ma dalle stesse insegnanti del ragazzino.

È stato solo il bisogno di sentire più vicina la sua mamma ad aver portato il piccolo Jack ad inalare il deodorante che è solita usare.

Quel giorno il tredicenne inala il deodorante della madre come sempre e muore

Tredicenne inala il deodorante della madre e muore

La mamma, stravolta dal dolore, racconta di essersi accorta della strana abitudine del figlio. Da qualche mese i deodoranti finivano molto più in fretta rispetto al solito, altri sembravano quasi evaporare magicamente, ma non aveva dato un peso eccessivo a quella stranezza.

“Vedevo la quantità del deodorante diminuire in maniera troppo veloce, ed un giorno ho notato Jack che lo inalava. Interrogato, mi ha risposto che non c’era nulla di sbagliato, che lo spruzzava perché sapeva di me“, racconta la mamma in lacrime.

“Mi aveva rassicurata, dicendomi scherzando che non lo faceva per abitudine, ma che quella sensazione gli dava l’impressione di avermi sempre vicina.”

Purtroppo però questa strana abitudine, nata da un amore incondizionato per quella mamma speciale, è stata fatale a Jack. I genitori lo avevano messo in guardia chiedendogli di non abusare di quei profumi, ma ancora una volta erano stati rassicurati dal figlio tredicenne.

A nulla sono valsi i tempestivi soccorsi una volta che i genitori hanno scoperto il corpo del ragazzino esanime sul suo letto.

L’autopsia eseguita subito dopo il decesso, ha stabilito che Jack è morto per arresto cardiaco causato dalla quantità eccessiva di gas inalato in poco tempo.

Un tragico, triste epilogo per un bambino che amava sentire il profumo della sua mamma sempre intorno a sé.

Fonte: Mirror

Potrebbe interessarvi leggere:

Back to top button