24 sintomi da carenza di vitamina b12 da tenere sempre in considerazione

La vitamina b12 è fondamentale per il benessere del nostro corpo, tuttavia moltissime persone non ne assumono abbastanza

I sintomi di una carenza di vitamina b12 sono spesso sottovalutati dalla maggior parte delle persone che non è consapevole dell’importanza di questo nutriente.

Secondo dati ufficiali, almeno metà della popolazione italiana soffre di una, più o meno seria, carenza di vitamina b12 e non fa niente per rimediare perché non ne conosce i sintomi.

I sintomi di una carenza da vitamina B12

Partiamo subito con i 24 sintomi di questa carenza, che essendo molto generici, traggono molto spesso in inganno coloro che ne soffrono.

carenza da vitaminab12

Non andrebbero invece mai sottovalutati. Coloro che si accorgono di soffrirne, dovrebbero chiamare il proprio medico di fiducia per sapere come rimediare. Come sempre si sconsiglia il fai da te.

  1. Irritabilità
  2. Confusione
  3. Nervosismo
  4. Stanchezza
  5. Perdita di vista o udito
  6. Vertigini
  7. Debolezza
  8. Cattiva circolazione
  9. Mancanza di energia
  10. Psicosi
  11. Difficoltà a concentrarsi
  12. Problemi digestivi
  13. Difficoltà a mantenere l’equilibrio
  14. Sbalzi insoliti d’umore
  15. Mal di testa
  16. Mancanza di respiro
  17. Insonnia
  18. Pelle gialla
  19. Dimagrimento eccessivo
  20. Ecchimosi e sanguinamento gengivale
  21. Nebbia cerebrale
  22. Abbassamento del sistema immunitario
  23. Formicolio alle estremità
  24. Intorpidimento delle estremità

L’utilità della vitamina b12

Come abbiamo scritto nei paragrafi precedenti, la vitamina b12 svolge un ruolo fondamentale per il benessere del nostro organismo.

Oltre a produrre le cellule sane, permette anche ai nervi di lavorare in maniere efficiente. Ed è proprio grazie ad essa che il corpo forma e ripara il DNA. Ma si prende anche cura del nostro sistema immunitario, regola il sonno e l’umore e supportando la funzione neurologica ci aiuta a gestire al meglio lo stress.

Le persone a rischio carenza

Data l’importanza di questa vitamina, tutti noi dovremmo assicurarci di assumerla nelle giuste quantità. Ma alcune categorie di persone dovrebbero fare un po’ di attenzione in più.

  • Bevitore di alcol
  • Vegetariano o vegano
  • Chi soffre di malattie autoimmuni
  • Coloro che utilizzano farmaci per l’acidità
  • Chi soffre di celiachia, candida cronica e Morbo di Crohn

Quali sono gli alimenti da inserire nella dieta

Quando si sente parlare di una carenza vitaminica si tende a pensare subito agli integratori. Ma prima di arrivare a questi prodotti c’è un’altra soluzione naturale che abbiamo a disposizione: l’alimentazione.

Secondo numerosi studi, il nostro corpo non è capace di utilizzare il modulo a base vegetale di questa vitamina. Per questo motivo coloro che non mangiano carne sono fortemente a rischio.

Mentre coloro che assumono farmaci contro l’acidità di stomaco, sono più a rischio, in quanto, suddetti farmaci, non permettono al corpo di assorbire la vitamina.

  • Pollame
  • Latte e derivati
  • Uova
  • Crostacei
  • Pesce
  • Carne rossa

Leggi anche:

Back to top button