Antico rimedio cinese per far ricrescere i capelli in modo naturale

Siamo sempre molto attenti ai nostri capelli e quando sono curati, lucidi e forti, rappresentano una sorta di biglietto da visita. Suggeriscono un’idea di ordine, di accuratezza. Di responsabilità anche.

Purtroppo i trattamenti chimici cui spesso li sottoponiamo anche per cancellare i segni del tempo che li imbiancano, li indeboliscono inesorabilmente.

A questo si uniscono gli effetti dei prodotti spesso aggressivi che utilizziamo per lavare i capelli. Lo smog e lo stress, contribuiscono a dar loro il colpo finale.

Il metodo cinese per la ricrescita dei capelli

È per questo che vogliamo suggerirvi non solo di correre ai ripari, ma ti utilizzare un preparato antico ed efficace per la ricrescita dei capelli.

Il rimedio cinese per far ricrescere i vostri capelli non solo mantiene le sue promesse, ma lo fa in modo assolutamente naturale e senza rischi.

Arriva da un antico villaggio cinese, Huangluo. Qui le donne sono ammirate e conosciute per la loro capigliatura lunghissima, ma non solo. I capelli sono folti, forti, lucidi e sani.

Non disponendo di prodotti commerciali, le donne lavano i propri capelli con l’ acqua di cottura del riso fermentato.

Gli studi effettuati hanno confermato i benefici che derivano da questo rimedio tanto antico quanto efficace. 

L’acqua di riso è particolarmente ricca di minerali, antiossidanti, vitamina E. Ha quindi proprietà ricostituenti che migliorano l’elasticità dei capelli. Tutte insieme concorrono alla loro ricrescita e al rafforzamento.

Come utilizzare il rimedio

Ricrescita dei capelli

Dopo aver cotto il riso, filtrate l’acqua di cottura e lasciatela fermentare per 1 giorno e mezzo.

Trascorso questo tempo, fate nuovamente bollire l’acqua.

Quindi utilizzatela per effettuare dei piccoli e leggeri massaggi con cui la distribuirete su tutta la lunghezza dei capelli e sul cuoio capelluto.

Risciacquate bene i vostri capelli con acqua tiepida.

Un metodo assolutamente semplice ed anche economico. Perché non provare?

Potrebbe inoltre interessarvi leggere:

Condividi: