Ragazzo preso per il collo da un poliziotto. Esplode la polemica sui social dopo il video virale 

A Vicenza, un ragazzo di colore si è immobilizzato e preso per il collo da un poliziotto scatenando un vespaio di polemiche e di accuse di natura razziale

A Vicenza si è registrato, lo scorso 10 agosto, un episodio che ricorda il caso George Floyd, anche in questa vicenda un ragazzo di colore si è immobilizzato e preso per il collo da un poliziotto.

Dopo la diffusione del video, che riprende le fasi dell’aggressione, si sono sollevate accuse e polemiche per sospetta motivazione razzista.

Nel video, divenuto virale sul web, si nota un ragazzo 21enne di origine cubana che subisce una presa al collo simile a quella che gli agenti statunitensi hanno adottato con George Floyd.

Secondo la ricostruzione della vicenda, attraverso le testimonianze di chi ha assistito all’episodio, tutto sarebbe nato da una battuta fatta dal giovane e rivolta agli agenti.

La polizia ha chiesto le generalità al ragazzo, che abita con la famiglia in un comune dell’alto vicentino, il quale si è rifiutato.

Ragazzo preso per il collo

Ragazzo preso per il collo da un poliziotto

I due agenti coinvolti nella vicenda erano intervenuti per sedare una rissa tra due uomini scoppiata davanti ad un supermercato nel centro di Vicenza.

In base a quanto riportato da L’Eco vicentino, uno dei poliziotti si sarebbe risentito per una battuta fatta da un giovane non coinvolto nella rissa.

Al rifiuto del ragazzo di consegnare i suoi documenti, il poliziotto ha reagito cercando di immobilizzarlo e per farlo ha preso il ragazzo per il collo.

Questa la testimonianza di un amico del 21enne di origini cubane:

“Senza alcun motivo questo poliziotto in divisa ha chiesto documenti al mio migliore amico toccandolo. Ovviamente lui non centrando niente con l’avvenimento accaduto 10 minuti prima, cioè una rissa, sì è rifiutato dopo un battibecco.

Dove il poliziotto stava già iniziando a toccarlo, lo prende e comincia a strozzarlo. A sto punto io ed un mio amico ci avviciniamo per staccarlo e lui cerca di estrarre la pistola verso di me”. 

In seguito, il ragazzo preso per il collo dal poliziotto è stato lasciato andare proprio per le proteste dei suoi amici.

https://www.instagram.com/p/CDt3qGDlCV6/

Ma un’altra pattuglia della polizia lo ha subito dopo fermato e tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane costretto agli arresti domiciliari sarà processato per direttissima.

Leggi anche:

Back to top button