Un prete scaccia un ragazzo autistico dal battesimo della sorella perché fa rumore durante la celebrazione del sacramento

Nel corso di un battesimo, il prete che presenziava al rito scaccia un ragazzo autistico, fratello della piccola da battezzare

Un gesto di discriminazione e di mancanza di umanità ha lasciato un’intera famiglia indignata in un giorno che doveva essere gioioso, perché si celebrava un battesimo, ma il prete che presenziava al rito scaccia un ragazzo autistico dalla chiesa.

Il ragazzo affetto da autismo è il fratello della piccola e nel corso della funzione del sacramento del battesimo non è riuscito a stare fermo. Così infastidito dal rumore il prete lo ha allontanato.

Questo episodio antipatico lo ha raccontato Julia Vicidomini, una donna del New Jersey.

Dopo una simile vicenda la donna ha confessato che smetterà di andare in quella chiesa frequentata da tutta la vita.

La signora è la madre del ragazzino autistico, che durante il battesimo della figlia più piccola, ha assistito ad un gesto ignobile da parte del prete della chiesa.

Un prete scaccia un ragazzo autistico dal battesimo

Un prete scaccia un ragazzo autistico dal battesimo della sorella

Julia Vicidomini e suo marito hanno deciso di battezzare la piccola di casa presso la Chiesa di Cristo Re a Hillside.

Il figlio maggiore della coppia Nick ha 7 anni ed è affetto da autismo. Durante la celebrazione del sacramento il ragazzino ha passato il tempo a giocare con una palla, facendo un po’ di rumore.

Il suo comportamento fragoroso ha infastidito il prete che lo ha cacciato via dalla chiesa.

Julia ha cercato di spiegare che Nick è un bambino che ha dei bisogni speciali, ma il parroco ha ignorato le spiegazioni di questa madre.

Inoltre il prete non si è scusato con la famiglia del ragazzo ma ha cercato solo di giustificarsi. Infatti ha affermato che il ragazzo lo stava distraendo durante il rito.

Per denunciare quanto accaduto Julia si è rivolta ai social media. Così su Reports WAFB TV ha raccontato:

“Sono sconvolta e denuncerò questo sacerdote all’arcidiocesi. Ha bisogno di essere istruito sulla tolleranza e l’accettazione”, poi ha aggiunto,  “la Bibbia afferma che tutti i bambini sono figli di Dio”.

Back to top button