Caso Denise Pipitone. “Prima o poi fate una brutta fine” : aggredita e minacciata a Mazara del Vallo la troupe di Chi l’ha visto

Advertisement
Advertisement

Dopo la riapertura delle indagini sul caso di Denise Pipitone, molte trasmissioni di stampo giornalistico sono tornate ad occuparsi del giallo, una presenza che ha scatenato delle tensioni nella cittadina trapanese di Mazara del Vallo, come documentato dall’aggressione subita dalla troupe di Chi l’ha visto. Un episodio su cui è intervenuta brevemente Federica Sciarelli nella puntata del 2 giugno del programma di Rai 3.

Leggi anche: “Denise Pipitone è viva, la verità è vicina”: lo rivela, dopo i recenti passi in avanti nelle indagini, l’ex pm Maria Angioni

Chi l’ha visto è tornato a parlare del caso di Denise Pipitone, ma prima di ricostruire la vicenda, la conduttrice ha mandato in onda le immagini girate dal cameraman a Mazara del Vallo, dove alcuni abitanti hanno aggredito verbalmente la troupe di Rai 3.

Aggredita troupe di Chi l’ha visto a Mazara del Vallo

Non si tratta della prima volta, già in precedenza si sono registrati diversi episodi di minacce nei confronti dei giornalisti. Quest’ultimo episodio di aggressione contro la troupe di Chi l’ha visto si è registrato quando l’inviata della trasmissione si è appostata sotto casa di Anna Corona. Un uomo è uscito da un portone minacciando la troupe di Chi l’ha visto, inveendole contro: “Andatevene pezzi di mer*a, bastardi, schifosi, siete solo dei pezzi di mer*a, via da qui. Prima o poi fate una brutta fine”.

Advertisement

Federica Sciarelli dopo il servizio sull’accaduto ha commentato: “Non è bello, perché i giornalisti stanno facendo il loro lavoro. Ma bisogna dire che sono poche persone. La maggior parte degli abitanti partecipa alla ricerca di Denise, abbiamo visto anche tante fiaccolate”.

Tensione a Mazara del Vallo aggressione

Le parole di Fabrizio, ex fidanzato di Jessica Pulizzi

La trasmissione ha poi spostato l’attenzione sul giallo mostrando per la prima volta la foto di Denise nel giorno in cui è scomparsa a Mazara Del Vallo: la piccola nella foto con il volto contrito piange.

Advertisement

Ma nel corso della trasmissione Chi l’ha visto si è parlato anche della testimonianza dell’ex fidanzato della sorellastra di Denise, Fabrizio che ai microfoni della Sciarelli ha raccontato: “Conosco Jessica Pulizzi da diversi anni, eravamo fidanzati fin da adolescenti…Successivamente ho conosciuto anche i suoi genitori, la mamma Anna Corona ed il padre Piero. All’epoca il papà di Jessica frequentava Piera Maggio e il 26 ottobre nasce la piccola Denise. Jessica ha sempre imputato alla relazione extraconiugale del padre con Piera la rottura dei genitori. Per questo odiava con tutte le sue forze la Maggio e anche il frutto del loro amore, Denise”.

Leggi anche: Caso Denise Pipitone. L’ex fidanzato di Jessica Pulizzi rompe il silenzio e rivela: “Credo sia coinvolta, che abbia commesso qualcosa di grave”

Le parole dell’ex fidanzato di Jessica Pulizzi hanno confermato il clima di odio contro Denise, prima ancora che nascesse, perché ritenuta responsabile dello sfascio della famiglia. Fabrizio aveva affermato che dopo la scomparsa di Denise non aveva più sentito Jessica, ma le intercettazioni dei carabinieri lo hanno smentito, costringendo ad ammettere di aver rivisto la sua ex, lasciando aperti ulteriori interrogativi sul giallo di Mazara del Vallo.

Advertisement
Condividi: