Matteo Bassetti si scaglia contro i no-vax : “Quello che sta accadendo è gravissimo!”

“Questa gente va trattata come abbiamo trattato negli anni ’70 i terroristi”. Queste le parole, durissime, di Matteo Bassetti, il noto infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova, collegato domenica con la trasmissione Live non è la D’Urso .

Bassetti si è scagliato in modo perentorio contro i cosiddetti no-vax, dopo quanto accaduto a Brescia nelle ore precedenti. Nella cittadina lombarda una bomba molotov è stata lanciata contro la tensostruttura adibita dal Comune per le vaccinazioni. Matteo Bassetti non usa mezzi termini per commentare quanto accaduto, e per prendere provvedimenti molto restrittivi nei confronti di coloro, tra il personale medico, che rifiuta il vaccino.

Leggi anche: Simona Ventura umiliata da Matteo Bassetti: “Si prenda una laurea in medicina e venga al mio posto”, tuona l’infettivologo

Matteo Bassetti

Matteo Bassetti si scaglia contro i no-vax

“Stiamo vedendo un movimento che a me fa molta paura, dice il medico riferendosi al movimento no-vax, mi ricorda molto ciò che è successo negli anni ’70”, ha ripetuto l’infettivologo Matteo Bassetti. Come molti sapranno gli anni ’70 sono stati un periodo nel quale la contestazione non veniva espressa come semplice critica, ma con atti e gesti spesso violenti. “Oggi abbiamo dei movimenti no-vax che bruciano la porta dell’Istituto superiore di sanità o mettono una bomba in un centro vaccinale” ha ripetuto Matteo Bassetti.

Leggi anche:”La terza ondata Covid è arrivata e ci farà ancora più male”,  la preoccupante previsione di Matteo Bassetti

Che, sull’onda di quanto è avvenuto, coglie anche l’occasione per toccare un altro aspetto molto delicato. Quello del personale sanitario che rifiuta la vaccinazione. “Se per gli operatori sanitari è stato introdotto l’obbligo di vaccinarsi”, ha proseguito Matteo Bassetti, è necessaria una legge che punisca chi prende posizione contro i vaccini. Questa gente va trattata come abbiamo trattato negli anni ’70 i terroristi”.

Leggi anche: Mea culpa di Matteo Bassetti: “Non siamo stati capaci” e rivela il dramma del disastro italiano

Parole molto dure che hanno raccolto il consenso di molte persone ma anche alcune critiche. È di queste ore la notizia che l’Agenzia Europea del Farmaco è chiamata ad esprimersi per la seconda volta in pochi giorni su AstraZeneca.Il vaccino britannico che sembra stia causando episodi di trombosi anche letale.

Condividi: