“Le donne possono rimanere incinte nuotando in piscina senza avere rapporti intimi”, dichiara un funzionario sanitario

Sitti Hikmawatty, un funzionario sanitario indonesiano si è ritrovato al centro delle polemiche per delle sue dichiarazioni pubbliche

Un’ondata di grande indignazione, amplificata dalla rapida diffusione della notizia sul web, è stata innescata dalle dichiarazioni choc di Sitti Hikmawatty, un funzionario sanitario.

Si tratta di un capo e membro della Commissione indonesiana per la protezione dei bambini per la salute (KPAI).

Nel corso di un suo intervento pubblico, il funzionario ha veicolato delle informazioni non corrette.

Infatti ha detto che le donne potrebbero rimanere incinte nuotando in piscine frequentate da uomini, senza fare sesso.

rimanere incinta

Immediate le reazioni che hanno acceso un dibattito caldo sul web dopo la diffusione di quanto accaduto da parte di The Independent. La notizia è poi stata riportata da diversi media anglosassoni e francesi.

Le dichiarazioni choc del funzionario sanitario si sono raccolte nel corso di un’intervista con il sito di stampa locale, il Tribun Jakarta.

In questa occasione Sitti Hikmawatty ha sostenuto che esisterebbe il rischio di gravidanza nuotando in una piscina accanto agli uomini.

Delle affermazioni che hanno finito per intaccare la stessa immagine del funzionario e l’autorità dell’organizzazione che rappresenta.

L’idea che le donne possano rimanere incinte mentre nuotano in piscina rivela una cattiva informazione per quanto riguarda l’educazione sessuale.

Sitti Hikmawatty con la sua esternazione ha dimostrato di non conoscere a fondo come avviene il concepimento. Come nel caso della coppia sposata da anni che non sapeva come mettere al mondo un bambino.

Ma oltre a questo dato si può rilevare un pensiero maschilista ancora oggi permeato da concezioni sessiste.

Le dichiarazioni choc di un funzionario sanitario

Infatti nel corso del suo intervento in cui sono emerse le dichiarazioni choc del funzionario sanitario, si fa riferimento alla possibile eccitazione degli uomini alla presenza di donne in piscina.

Partendo da questo punto, il funzionario sanitario ha poi sottolineato il rischio di una gravidanza indesiderata, per la presenza di spermatozoi in piscina.

nuotare in piscina

Le sue parole hanno fatto in breve tempo il giro dei social network. Diversi medici e specialisti indonesiani sono intervenuti per smentire le sue parole.

Per screditare una simile tesi si sono presentate tante spiegazioni. Ad esempio si è precisato che il cloro e le sostanze chimiche rendono impossibile la sopravvivenza degli spermatozoi.

Altri specialisti hanno ribadito che una gravidanza è impossibile. Perché lo sperma sopravvive solo in un ambiente alcalino. Quindi in acqua gli spermatozoi muoiono in modo sistematico.

Dopo le critiche per le sue dichiarazioni choc, il funzionario sanitario si è scusato. In un suo comunicato stampa in cui si legge:

“Mi scuso con la pubblica per aver fornito informazioni errate. Questa è un’opinione personale e non informazioni convalidate dal KPAI.

Ritiro quindi questa dichiarazione e invito il pubblico a non trasmettere o condividere ancora di più questa affermazione”.

Tra le reazioni scatenate dalle sue parole c’è quella di un noto blogger del campo della medicina e della salute in Indonesia. Si tratta del Blog Dokter che ha dato una risposta al vetriolo:

“Ancora una volta, vi ricordo che se non si capisce problemi di salute, è meglio tacere. Invece di causare ansia e panico di tutti con i vostri commenti”.

Back to top button