Cosa dice di te la forma della tua pancia? Le opzioni più comuni che rivelano il tuo stato di salute e come avere un ventre piatto e tonico

Le cause più comuni che determinano il gonfiore e cosa fare per risolvere il problema

Cosa dice di te la forma della tua pancia? Può rivelare aspetti realmente importanti sul tuo stile di vita e sulla tua salute. Continua a leggere il nostro articolo per scoprirlo!

Siamo quotidianamente bombardati da immagini che parlano del corpo e della ricerca della forma atletica e della perfezione. Tra questi il problema pancia è tra i più gettonati: ventre piatto, addome scolpito, sono i desideri che emergono più comunemente.

Il problema della pancia però non è dovuto solo ad un amore incondizionato per la buona tavola e per i manicaretti, ma può originare anche da altri aspetti.

Le cause più comuni che determinano la pancia sono: eccesso di grasso e impossibilità a smaltirlo, gonfiore, ritenzione di liquidi e anche conseguenze del parto. Vediamo allora i diversi tipi di pancia e come ridurne i disagi.

Cosa dice di te la forma della tua pancia?

Forma della pancia

1- Pancia gonfia

La caratteristica principale di questa pancia è che cambia forma e dimensione con il passare delle ore. La distensione aumenta dalla originaria forma del mattino a quella del pomeriggio/sera. Questo accade sia per un accumulo di gas o per difficolta’ di digestione .

Questo tipo di pancia può colpire sia le donne in sovrappeso che quelle magre. È correlato a intolleranze alimentari, allergie, o abitudini scorrette riguardo l’alimentazione. Cibi a base di lattosio, lievito, eccesso di alcol, intolleranza al glutine, possono causare gonfiore alla pancia.

Il consiglio degli esperti è quello di evitare non solo alcuni cibi, ma anche quello di bere molta acqua durante il giorno, e mangiare con calma e senza fretta.

2- Pancia piccola e bassa

Piccola e bassa

È tipica soprattutto di quelle donne che hanno carriere molto impegnative e ritmi della giornata scanditi dai secondi. Può comparire infatti anche a coloro che vanno in palestra o seguono costantemente una stessa dieta senza portare variazioni nelle abitudini alimentari.

Cosa accade infatti: che si possa smaltire grasso in eccesso in alcune parti del corpo senza però riuscire ad intaccare quella parte del corpo che rimane immune da ore di spinning o diete a base dei soliti alimenti. Il consiglio è quello di mangiare molte più verdure e cibi a base di fibre, e quello di fare un lavoro aerobico per almeno un’ora, più volte a settimana.

3- Pancia post parto

Chi ha partorito di recente, può avere questo tipo di pancia. È ingombrante nella parte inferiore e può rimanere anche dopo due anni dal parto. Dopo la gravidanza l’utero “si abbassa” e diventa più pesante. Potrebbero cosi essere necessari anche diversi mesi per tornare alla normalità.

Senza troppi affanni gli esperti consigliano di consumare integratori di olio di pesce, in grado di dare un aiuto grazie alla produzione degli ormoni preposti per ridurre l’appetito.

Un’altra opzione è consumare acidi grassi insaturi (presenti ad esempio in avocado, salmone e semi di chia). Forniscono molti nutrienti e, sebbene non aiutino a perdere peso, danno molta energia e supportano nell’esercizio fisico.

Lo stress, un grande nemico

4- Pancia da stress

Caratteristiche della forma

È una delle più frequenti soprattutto negli ultimi tempi.
Questo tipo di ventre è caratterizzato da un gonfiore duro e prominente nella zona che va dal diaframma all’ombelico. È prodotto non solo dal cibo malsano che si mangia, ma anche dalla produzione di un ormone chiamato cortisolo che, secondo vari studi, accumula grasso intorno allo stomaco..

Cibi più salutari e, soprattutto un po’ di esercizio fisico rilassante aiutano a combattere questo tipo di pancia.

Back to top button