Dieci buone notizie sul coronavirus che tengono lontano il panico

Fra fakenews e mezze verità ecco cosa c'è da sapere

Stiamo vivendo un’emergenza senza precedenti, ma in tutto questo caos a mente lucida dovremmo tutti evitare di farsi prendere dal panico per non incappare in comportamenti scorretti. Ecco quindi 10 buone notizie sul coronavirus che potrebbero tranquillizzarvi.

Il nuovo COVID-19 non rientra ancora nella categoria della pandemia. Affinché una malattia sia catalogata in questo modo, è necessario che la sua trasmissione sia sostenuta, efficace e continua.

Le buone notizie sul coronavirus

1.- Sappiamo di cosa si tratta

Al confronto con l’AIDS, che ha impiegato più di due anni per essere identificato, con il COVID-19, determinati risultati sono stati raggiunti molto presto.

I primi casi sono stati rilevati il ​​31 dicembre 2019 e il 7 gennaio era già stato identificato. Mentre 3 giorni dopo era stato scoperto il genoma.

coronavirus

2.- Sappiamo come rilevarlo

Dal 13 gennaio è possibile scaricare il test RT-PCR in tutto il mondo per rilevare il virus. I test sono stati recentemente perfezionati e sono più efficaci .

3.-La situazione nel paese di origine sta migliorando

Le misure adottate dal governo cinese hanno dato i suoi frutti e per alcune settimane il numero di casi quotidiani è diminuito. In altri paesi c’è stato un seguito molto dettagliato e i punti focali dell’infezione sono stati ben identificati.

4.- L’80% dei casi non è grave

COVID-19 non provoca sintomi e diventa molto lieve nell’81% dei casi. Nel 14% può causare grave polmonite e solo nel 5% può diventare fatale.

5.- Le persone stanno guarendo

Coronavirus

I media tendono a parlare più spesso di decessi e nuovi contagi. La realtà è che la maggior parte degli infetti sta guarendo in poco tempo.

Il tasso di mortalità nelle persone sotto i 40 anni è solo dello 0,2%. Nei bambini i sintomi sono così lievi che può passare inosservato.

7.- Il virus si inattiva facilmente

Il virus può essere efficacemente inattivato con le comuni formule disinfettanti in 1 solo minuto.

8.- Ci sono più di 150 articoli scientifici

Attualmente ci sono più di 160 articoli su COVID-19 o SARSCov2, che possono essere consultati in PubMed.

9.- Esistono già possibili vaccini

Recentemente è stato annunciato che Israele è il leader nelle indagini ma ci sono già 8 prototipi contro il coronavirus.

Aziende come Inovio Pharmaceuticals o università come Queensland in Australia hanno annunciato che stanno lavorando a prototipi basati sul gene S della superficie del virus.

10.- Sono in corso oltre 80 studi clinici su antivirali

I vaccini sono quelli che aiutano a prevenire l’infezione. Più importanti sono i trattamenti per le persone che sono già malate. Esistono più di 80 studi clinici per il trattamento del coronavirus.

In tempi in cui l’ignoranza regna è bene trovare dati che possano aiutare a rassicurare le persone. Condividi questo articolo in gruppi e con gli amici in modo che tutti siano più tranquilli con questo nuovo virus.

Leggi anche:

Back to top button