Caso Denise Pipitone. Carmelo Abbate difende Jessica Pulizzi e scatena le polemiche. Piera Maggio e Giacomo Frazzitta replicano alle sue parole

Advertisement
Advertisement

Dopo la riapertura del caso Denise Pipitone, si è riacceso l’interesse sul cold case, che risale ormai a circa 17 anni fa, tornando a parlare di indagini e piste ma anche di congetture, sospetti e di tante polemiche. Il giornalista Carmelo Abbate ha di recente espresso il suo parere sull’attenzione quasi maniacale sulla scomparsa di Denise, finendo poi nella morsa delle critiche per aver difeso pubblicamente Anna Corona e Jessica Pulizzi.

Dopo la sentenza di assoluzione in cassazione per il caso Denise Pipitone, le due donne vengono ancora oggi sospettate da qualcuno di aver organizzato il rapimento di Denise, e Carmelo Abbate ha ammonito il clima di odio verso di loro. Un parere che ha fatto registrare la pronta replica di Piera Maggio e del avvocato, Giacomo Frazzitta, per ribadire che si cerca verità e giustizia per Denise.

Leggi anche: Denise Pipitone: la ragazza di Scalea rompe il silenzio e smentisce tutto: “Sono scioccata quanto voi”

La polemica innestata da Carmelo Abbate è nata da un suo tweet, in cui ha criticato i riflettori puntati sul caso Denise Pipitone: “Ci mancava solo il vescovo, il quale non ha niente di meglio da fare. Anna Corona e Jessica Pulizzi sono vittime di tortura mediatica, alimentata ad arte e consumata per ragioni di share e like. Fermatevi fino a quando siete in tempo o qualcuno si farà del male”.

Advertisement

Denise Pipitone Carmelo Abbate difende Jessica Pulizz

Caso Denise Pipitone: la replica alle parole di  Carmelo Abbate

Alle parole del giornalista sul caso Denise Pipitone ha replicato il legale Giacomo Frazzitta, che con tono duro ha sentenziato: “Ciò che mi è poco chiaro è chi dovrebbe farsi male? Cosa vuol dire? Questa minaccia è rivolta certamente verso Piera Maggio e coloro che lavorano per la verità, credo sia estremamente grave! Poiché è evidente che il male dovrebbe provenire solo da una parte ossia quelle persone che si sentono accusate”.

Il legale di Piera Maggio ha poi affondato una stoccata più dura aggiungendo: “Noi non stiamo accusando nessuno, noi stiamo facendo indagini difensive e la procura le proprie indagini. Se le persone di cui parla questo signore possono farci del male, e lui lo sa, dovrebbe andare a riferirlo in procura e non lanciare messaggi pericolosi diretti ad istigare violenza”. Anche nel suo intervento a Live Sicilia, Frazzitta ha ribadito che la lotta che va avanti da anni mira solo a risalire alla verità ribadendo che non è giusto continuare a parlare di Jessica Pulizzi.

Advertisement

Leggi anche: Il figlio di Billy Costacurta e Martina Colombari picchiato dalla polizia. La denuncia del ragazzo sui social: “Mi hanno perforato il timpano”

Anche Piera Maggio ha replicato al commento critico di Carmelo Abbate sul caso Denise Pipitone. La Maggio sul suo profilo ufficiale ha riportato le parole del giornalista per commentare: “Ognuno è libero di scegliere da che parte stare, purché non vada a ledere la vita altrui, oltrepassando i limiti consentiti del rispetto. Non vogliamo vendetta, tantomeno odio. Vogliamo soltanto verità e giustizia per Denise! Pare questo, qualcuno ancora non l’abbia compreso. Da vittime ci vorrebbero far passare per carnefici”.

Condividi: