Le avvisaglie del formicolio agli arti: quando non va sottovalutato

Le avvisaglie del formicolio e dell'intorpidimento agli arti. Ecco cosa potrebbe indicare e quando non andrebbe mai sottovalutato.

Ogni tanto capita a tutti di provocare una sensazione fastidiosa di formicolio alle mani o ai piedi, e nella maggior parte delle volte si verifica a causa di semplici problemi alla circolazione. Ma quali sono invece le avvisaglie più serie del formicolio agli arti?

Normalmente capita al risveglio, o nel bel mezzo della notte e davvero si può dire con certezza che almeno una volta sia capitato veramente a tutti.

Le avvisaglie da non sottovalutare del formicolio agli arti

Come detto poche righe più su, si tratta solitamente di un disturbo banale e che non significa assolutamente nulla.

Avvisaglie formicolio arti

Tuttavia ci sono delle avvisaglie che non andrebbero assolutamente trascurate. Vediamo insieme quali sono.

Ma prima una doverosa premessa: questo articolo non vuole sostituirsi al parere del medico. Se pensi di avere un problema fisico non devi fare altro che rivolgerti al tuo dottore di famiglia che saprà indirizzarti verso gli esami e le cure più adeguate

L’intorpidimento degli arti in parole povere, è una momentanea o prolungata insensibilità di una certa zona del nostro corpo.

Causata da una cattiva circolazione del sangue o a una disfunzione dei terminali nervosi localizzati.

Alla base del formicolio possono esserci problemi trascurabili o disturbi molto più seri. Proprio per questo motivo, non dovresti mai ignorare l’intorpidimento degli arti

I disturbi collegati al formicolio

Artrite reumatoide, ipotiroidismo e diabete, sono tre malattie che si possono manifestare con irrigidimento degli arti, della pelle e del viso.

La causa è da ricercare nelle lesioni nervose, nel gonfiore dei tessuti e nella loro degenerazione, causata dai danni di queste malattie.

Inoltre esiste una rara condizione chiamata “Sindrome della costola cervicale”, che colpisce circa una persona su cinquecento.

In questo caso uno sperone extra della settima vertebra cervicale, si sviluppa e va a comprimere i vasi sanguigni, provocando il formicolio.

Che può essere inoltre causato da altre malattie come la sindrome del tunnel carpale, l’osteoporosi, la trombosi venosa e la nevralgia del plesso branchiale.

Apporre particolare attenzione ad un formicolio intenso che interessa anche il volto, potrebbe trattarsi di un attacco ischemico.

Le strategie da adottare

Nel caso in cui il formicolio non sia causato da disturbi più seri, si possono tentare degli accorgimenti, con la speranza di contrastarlo il più possibile.

Come prima cosa gli esperti consigliano di cambiare le calzature, poi di modificare la postura e poi di fare alcuni esercizi fisici molto utili.

SCIATICA:

Sdraiarsi sul pavimento sul fianco, avvicinare le ginocchia al petto e distenderle.

TUNNEL CARPALE:

Stringere tra il pollice e l’indice una molletta oppure utilizzare una palla non troppo dura.

RIGIDITA’ CERVICALE:

Sdraiarsi sul pavimento con le gambe incrociate, inclinare la testa verso destra e poi verso sinistra e mantenere la posizione per alcuni secondi.

Leggi anche:

Back to top button