Anziani fuggono dalla casa di riposo e vengono ritrovati ad un concerto metal: “Non siamo troppo vecchi per il rock”

L’incredibile vicenda che vede come protagonisti due ospiti di una casa di riposo e il loro amore per la musica

Mai troppo vecchi per il rock! E no, non è uno slogan a riportarlo, ma sono le parole di due anziani che fuggono dalla casa di riposo che li ospita per recarsi insieme ad un concerto metal.

La notizia, riportata dal WashingtonPost, sta facendo rapidamente il giro del mondo e non sorprende. Non accade tutti i giorni che qualcuno fugga da una residenza per anziani. E mai per questo motivo!

Ma entriamo nei dettagli di questa incredibile storia e sui protagonisti che vengono applauditi ovunque per la loro coraggiosa impresa.

Due anziani fuggono dalla casa di riposo e vengono ritrovati ad un concerto metal

Anziani fuggono dalla casa di riposo per andare ad un concerto rock

Si tratta di uomini e di età piuttosto avanzata. Gli anziani, una volta al corrente che a circa 40 km di distanza si sarebbe tenuto il famoso festival di musica heavy metal, il Wacken Open Air, hanno deciso di prendervi parte.

Fuggendo naturalmente! Dalla struttura che li ospita ormai da alcuni anni.

Il Wacken Open Air è considerato ‘La Mecca della musica metal’. Il top per due anziani si, ma appassionati cultori della musica rock.

I due uomini, riporta il quotidiano, sono fuggiti inizialmente a piedi, quindi hanno preso i mezzi pubblici per raggiungere il luogo dove si sarebbe tenuto il concerto.

Il personale della casa di riposo, appena preso atto della sparizione dei due anziani, hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine che si sono messi sulle tracce dei due avventurosi vecchietti.

Tutto è bene ciò che finisce bene

I fuggitivi sono stati ritrovati alle tre del mattino mentre si trovavano felicemente al festival. Inizialmente un po’ disorienti, gli anziani sono stati accompagnati nel più vicino centro medico per un controllo, ma stabilite le loro ottime condizioni, sono stati presto riaccompagnati presso la struttura che li ospite.

Le dimostrazioni di simpatia in rete, per gli anziani rockettari si sprecano!

“Grandioso! Invece di sentirsi ‘vecchi’, hanno deciso di ritornare diciottenni”, si legge tra i commenti.

“Hanno più coraggio di molti! Questi uomini si ricordano di essere ancora vivi“, scrive un altro utente.

“Non capisco perché non si possa uscire e godersi la musica che si ascoltava 45 o 50 anni fa. O perché si debba proprio essere costretti a scappare. Non mi meraviglio che gli anziani stiano tornando a vivere nelle roulotte”, conclude un altro ancora.

Perché una cosa è certa e l’abbiamo capita: non si è mai troppo vecchi per il rock!

Potrebbe inoltre interessarvi leggere:

Back to top button