Alessia Morani racconta il suo dramma: “Avevo 5 litri di sangue malato” e rivela come ha sconfitto la leucemia

Ha lasciato molti telespettatori a bocca aperta Alessia Morani, 45 anni , deputata del Partito Democratico.

Domenica sera, ospite della trasmissione de La7 Non è l’Arena, Alessia Morano ha raccontato la sua battaglia contro la leucemia. La trasmissione di Massimo Giletti affrontava il delicato tema dei vaccini e delle posizioni al riguardo da parte di diversi esponenti politici. Alessia Morani, durante un acceso scontro con Gianluigi Paragone, ha parlato con profonda emozione  della sua malattia. Argomento ripreso in una bella intervista sul Corriere della Sera.

Leggi anche: Il malore di Massimo Giletti in diretta preoccupa il pubblico di Non è l’Arena: momenti di paura per il conduttore

Alessia Morani

Alessia Morani parla del suo dramma

“L’ho scoperta per caso, avevo un nodulino al seno e sono andata a fare le analisi ed è venuto fuori che avevo 180 mila globuli bianchi, quando la norma è massimo 11 mila. Avevo cinque litri di sangue malato in circolazione”, racconta la deputata del Partito Democratico . Che, da quel momento, inizia il percorso duro e impegnativo per sconfiggere la leucemia. Alessia Morani racconta la sua battaglia e l’esperienza vissuta.

“Quando ho scoperto la malattia ho cercato qualcuno che c’è l’aveva fatta”, racconta la Morani. E il nome che ora ricorda è quello di Marta, una persona che aveva affrontato la stessa esperienza che in quel momento stava vivendo. “Ho cercato inutilmente un donatore di midollo, sono figlia unica e i miei genitori erano troppo anziani per potermelo donare”, prosegue la deputata marchigiana. La via del trapianto di cellule staminali è stata la strada che ha permesso ad Alessia Morani di tornare a sperare.

Leggi anche: Laura Boldrini parla del suo tumore raro: “Mi hanno tagliato 25 centimetri di femore”, racconta la deputata del PD

Poi la terapia, dura e pesante

“Il primo anno è stato durissimo, due cicli potentissimi di chemioterapia che mi hanno resa calva e mi hanno fatto arrivare a pesare 34 chili. “Mi chiamavano Sméagol, come il personaggio del Signore degli anelli, magro magro e senza capelli”, dice ora con il sorriso Alessia. Che da buona marchigiana racconta della fede incrollabile nella Madonna di Loreto, e delle visite che compie anche oggi, regolarmente. “Vado spesso al santuario che è un luogo magico, lo consiglio a tutti”, prosegue l’esponente politico.

Che ricorda : “Sono una persona fortunata, posso raccontare ora la mia esperienza”. Di fronte al racconto di Alessia Morani anche le sterili polemiche sui no vax lasciano il tempo che trovano.

Condividi: