Recenti studi rivelano che gli abiti dei fumatori sono potenzialmente pericolosi per la salute quasi quanto le sigarette

Il mondo scientifico lancia l'allarme: gli abiti dei fumatori sono pericolosi per la salute, in particolare dei bambini e degli anziani

Un nuovo allarme è stato lanciato dal mondo della ricerca dopo gli esiti di vari studi che rivelano che gli abiti dei fumatori sono pericolosi per la salute.

Persino gli abiti dei fumatori sono depositari di sostanze nocive perché si impregnano del fumo di sigaretta. Ne deriva quindi che possono trasformarsi in oggetti contaminanti potenzialmente pericolosi.

Quando si fuma si disperdono diverse sostanze nocive nell’ambiente circostante. Che finiscono per essere poi assorbite anche dagli abiti dei fumatori.

I vestiti così assimilano delle tracce di nicotina e di altre tossine che sono presenti nelle sigarette.

Un dato reso noto da recenti studi che così aggiungono un nuovo pericolo per la salute legato al tabagismo.

Quali sono gli abiti dei fumatori più pericolosi per la nostra salute?

La studiosa Manuela Martins-Green dell’University of California a Riverside ha sottolineato la pericolosità di una camicia di cotone di un fumatore.

Si tratta infatti di un capo di abbigliamento che più di altri è in grado di assorbire nicotina e sostanze tossiche rilasciate dal fumo di sigaretta.

Quindi è importante che gli abiti impregnati di fumo siano dismessi prima di interagire con i bambini. Inoltre è bene che siano lavati in modo adeguato.

Questo dato si aggiunge alla lunga lista dei motivi da prendere in considerazione per spingere i fumatori a prendere la decisione di smettere di fumare.

gli abiti dei fumatori pericolosi

Il fenomeno del fumo di terza mano

Si deve inoltre prestare attenzione al fenomeno del fumo di terza mano. Con questo termine si fa riferimento alla contaminazione di sostanze nocive che vengono assimilate anche sugli arredi delle case. Perfino dopo che il fumo delle sigarette si è disperso dall’ambiente.

In particolare assorbono di più il fumo di sigaretta: le tende, i divani, le superfici tessili.

Questo perché il fumo di terza mano si caratterizza per un mix di composti che permane a lungo nell’ambiente. Tali composti tendono poi a legarsi con altre sostanze inquinanti dell’aria. Il rischio è quello di dare forma a delle sostanze cancerogene.

Si espongono così a gravi rischi per la salute soprattutto i soggetti più vulnerabili, primi tra tutti gli anziani ed i bambini.

Ma i pericoli per la salute non sono da ascrivere solo ai residui di nicotina che possono rimanere imprigionati negli abiti dei fumatori e nell’ambiente domestico.

Il fumo di sigarette non è l’unico contaminante che può circolare nelle nostre case.

In base ai dati di vari studi, ci sono altri oggetti potenzialmente pericolosi per la salute quali: le scarpe, i profumi, i deodoranti, gli incensi, i dentifrici.

Questi oggetti infatti possono disperdere delle sostanze che potrebbero risultare nocive per l’ambiente e per la nostra salute.

Back to top button