I polmoni possono rigenerarsi se si smette di fumare, grazie a cellule speciali che sostituiscono quelle danneggiate

I ricercatori dell'University College di Londra hanno scoperto che i polmoni possono rigenerarsi se si smette di fumare

Un incentivo in più per rinunciare a questa cattiva abitudine viene dal mondo scientifico che rivela che i polmoni possono rigenerarsi se si smette di fumare.

Se si smette di fumare si risvegliano delle cellule speciali vantaggiose per i polmoni. Questa scoperta si deve ad uno studio pubblicato su Nature.

Si tratta di un’indagine svolta dai ricercatori dell’University College di Londra (UCL), basato sugli ultimi dati del National Statistics Institute.

Il team di ricerca ha evidenziato che quando si smette di fumare, delle cellule, di cui non si conosce molto, crescono e sostituiscono quelle danneggiate nei polmoni.

sostituiscono quelle danneggiate nei polmoni

Così gli ex fumatori che si sono sottoposti a tale studio hanno evidenziato che il 40% delle cellule erano in salute. Quindi i loro polmoni erano quasi simili a chi non ha mai fumato.

Ma i ricercatori non sono riusciti a scoprire come si generano queste cellule. Inoltre non hanno capito bene come siano in grado di resistere alle mutazioni.

Non si sa neanche perché queste cellule compaiono nei polmoni dei soggetti che smettono di fumare (leggi anche i rimedi che aiutano a disintossicare i polmoni).

È certo però che la loro presenza permette ai polmoni di tornare in salute così possono rigenerarsi.

Anche chi è stato un fumatore per tutta la vita può recuperare una buona condizione. Un dato rivelato da uno dei partecipanti allo studio che aveva fumato più di 15.000 sigarette.

smetti di fumare

I polmoni possono rigenerarsi se si smette di fumare

Peter Campbell, uno degli autori dello studio e ricercatore del Wellcome Sanger Institute, afferma che non è mai troppo tardi per smettere di fumare.

Ecco le sue dichiarazioni:

“La cosa più sorprendente del nostro studio è che dimostra correttamente che, anche se fumi 15.000 pacchetti di sigarette nella tua vita, come uno dei partecipanti, alcune cellule non mostrano danni dal tabacco”.

Le cellule speciali che contribuiscono alla rigenerazione dei polmoni sono molto resistenti.

I ricercatori ipotizzano che la loro posizione sia capace di proteggerle dalle mutazioni. Infatti queste si trovano in un’area protetta nelle ghiandole sottomucose.

Secondo un’altra tesi queste cellule potrebbero espandersi solo dopo una lesione polmonare.

È certo che dopo aver smesso di fumare le cellule tendono ad aumentare di numero nel tempo. Ma si attivano subito favorendo la rigenerazione dei polmoni.

Sia i fumatori giovani che quelli anziani possono beneficiare della loro azione. Quindi si deve trovare il modo per abbandonare il vizio del fumo per recuperare la propria salute.

Una scoperta che apre la strada a nuove terapie contro il cancro. Un’evenienza ribadita con entusiasmo dal professor Sam Janes, dell’UCL e coautore dello studio dell’University College di Londra.

Back to top button