Muore poche ore dopo la seconda dose del vaccino Astrazeneca: disposta l’autopsia sull’uomo 76enne per accertare un eventuale nesso con la vaccinazione

Advertisement
Advertisement

Un 76enne muore dopo la seconda dose del vaccino Astrazeneca: il signor Anacleto Garioni è stato colpito da un malore improvviso a distanza di poche ore dopo l’inoculazione del siero. Da quanto riferito l’uomo non presentava patologie pregresse, intanto per appurare l’eventuale correlazione tra il decesso e la somministrazione del vaccino è stata disposta l’autopsia sul corpo dell’uomo.

Leggi anche: “Nuovo lockdown ad ottobre. Nella lotta alla pandemia non si può escludere nulla”: il monito di Walter Ricciardi accende la preoccupazione

Anacleto Garioni si era sottoposto a vaccinazione presso l’hub vaccinale di Codogno, per completare il ciclo vaccinale e procedere con la somministrazione della dose di richiamo. Si precisa che dopo la prima inoculazione del siero dell’azienda biofarmaceutica anglo-svedese l’uomo non aveva manifestato reazioni collaterali. Il 76enne di Codogno era un ex impiegato di banca, era in pensione da qualche anno, e non soffriva di patologie particolari.

Muore poche ore dopo la seconda dose vaccino Astrazeneca

Advertisement

76enne muore poche ore dopo la seconda dose del vaccino Astrazeneca

Il 76enne è deceduto in seguito alla seconda dose del vaccino Astrazeneca lo scorso 2 luglio, dopo aver accusato un malore durante la notte. Nell’arco della giornata precedente si era sottoposto alla somministrazione della seconda dose del vaccino Astrazeneca presso il punto vaccinale disposto nella città in cui risiedeva. Dopo la segnalazione del decesso alle autorità, è stata disposta dall’Asst di Lodi l’autopsia all’Istituto di Medicina legale di Pavia.

Leggi anche: “Mio figlio 18enne dopo il vaccino Pfizer ha avuto difficoltà a camminare”, la denuncia di un farmacista che sollecita controlli immediati in caso di effetti collaterali

L’azienda sociosanitaria di Lodi ha disposto l’esame autoptico sulla salma del signor Garioni, per poter così accertare l’esatta causa del suo decesso. Solo dopo gli esiti dell’autopsia si potrà stabilire la reale causa del decesso del 76enne e così escludere oppure incriminare una possibile correlazione con il vaccino Astrazeneca a cui si era sottoposto prima di morire lo scorso 2 luglio.

Advertisement
Condividi: