“Mio figlio 18enne dopo il vaccino Pfizer ha avuto difficoltà a camminare”, la denuncia di un farmacista che sollecita controlli immediati in caso di effetti collaterali

Advertisement
Advertisement

Un farmacista di Bari ha parlato sui social di un effetto collaterale che ha colpito suo figlio, quasi 18enne, dopo la somministrazione del vaccino Pfizer. Il ragazzo è stato improvvisamente colpito da una condizione di spossatezza prolungata con difficoltà a camminare. Il signor Francesco Capezzuto, di professione farmacista ha voluto denunciare l’accaduto per sollecitare a non trascurare i possibili effetti collaterali post vaccinazione.

Leggi anche: “Il 40% dei contagiati dalla variante Delta è vaccinato con due dosi Pfizer”, l’allarme degli esperti che porta ad interrogarsi sull’efficacia dei vaccini

Nel suo post su Facebook, il farmacista di Bari ha spiegato: “Mi sento in dovere da genitore prima e da farmacista poi di informare giovani e meno giovani su quanto successo a mio figlio quasi 18enne. Dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer, ha accusato a distanza di tre giorni, fortissima spossatezza, tanto da avere difficoltà a camminare”.

Vaccino Pfizer difficolta camminare farmacista

Advertisement

Vaccino Pfizer effetti collaterali: l’appello del farmacista

Anche se tra gli effetti collaterali dei vaccini anti Covid si segnala la stanchezza, il signor Capezzuto ha voluto indagare a fondo le condizioni del figlio, si è rivolto ad un suo amico medico per eseguire dei controlli. Così è stato rilevato un enzima cardiaco, la troponina, un marker che segnala la presenza di una condizione da non sottovalutare: la miocardite. Nella letteratura clinica quest’infiammazione del tessuto muscolare del cuore colpisce di frequente i giovani, e nei casi gravi può mettere in pericolo la vita.

Leggi anche: L’allarme di Mario Draghi preoccupa gli italiani: “La variante Delta entro l’estate sarà dominate nel nostro Paese: la pandemia non è finita”

Dopo questa scoperta fatta a proposito degli effetti collaterali che hanno colpito il figlio, che si era sottoposto al vaccino Pfizer, il farmacista ha lanciato un appello per “sollecitare controlli simili, qualora si presenti spossatezza prolungata, con tendenza al peggioramento”. Per avvalorare la sua tesi il signor Capezzuto ha anche citato i dati di diversi studi scientifici segnalando: “Uno in particolare evidenzia con chiarezza tale effetto, in soggetti maschi tra i 16 e i 18 anni, dove la statistica parla di un caso ogni 3000. Degno quindi di nota”.

Advertisement
Condividi: