Piera Maggio attacca l’ex marito Toni Pipitone: “Non volevi facessi il tuo nome. Perché ti sei esposto pubblicamente dopo 17 anni?”

Advertisement
Advertisement

Dopo le dichiarazioni del suo ex marito, Toni Pipitone, raccolte dai microfoni di Quarto Grado, che risalgono a qualche settimana fa, Piera Maggio ha deciso di fare delle precisazioni per fare chiarezza sul rapporto complicato con il suo ex. Toni Pipitone si è esposto pubblicamente per la prima volta in 17 anni: in passato non aveva mai preso la parola per commentare la scomparsa di Denise, lo ha fatto solo recentemente rilasciando un’intervista per la trasmissione di Rete4.

Leggi anche: Omicidio Chiara Gualzetti. “Sentivo un demone, sono uscito di casa con un coltello”, confessa l’amico 16enne agli inquirenti

Le sue parole hanno spinto la mamma di Denise Pipitone a rettificare per chiarire alcuni dettagli resi noti da Toni Pipitone, un intervento che la Maggio ha giustificato dichiarando che è stato il figlio Kevin a volerlo. A quanto pare il figlio avrebbe chiamato il padre per invitarlo a non dire cose non vere. Per fare chiarezza sul rapporto con il suo ex marito, la mamma di Denise Pipitone è intervenuta in collegamento nella trasmissione Ore 14, condotta da Milo Infante. Dopo aver annunciato di voler prendersi una pausa dai media, la Maggio ha deciso di precisare le dichiarazioni di Toni Pipitone.

“Il mio obiettivo resta la ricerca di Denise. Ma oggi sono qui, dopo essermi confrontata con mio figlio Kevin, per mettere dei punti ad alcune dichiarazioni rilasciate dal mio ex marito, Toni Pipitone. […] Non c’entra niente col sequestro di Denise. Non voglio assolutamente che si pensi una cosa del genere” – con queste parole ha spiegato la sua posizione.

Advertisement

Piera Maggio attacca exmarito Toni Pipitone

Piera Maggio contro Toni Pipitone

Colloquiando con Milo Infante, la mamma di Denise Pipitone ha evocato  la sua storia con il suo ex marito raccontando di averlo sposato all’età di 18 anni, un rapporto a distanza caratterizzato da una lunga separazione.  La Maggio ha precisato: “Lui ha cresciuto Denise da quando aveva 2 anni, lui è andato via da Mazara quando mio figlio più grande aveva tre anni, per lavorare in Toscana, ed è tornato quando ne aveva 10. Ha quindi vissuto sette anni fuori, ci vedevamo due volte all’anno. Forse ha dimenticato che in questi sette anni mi aveva lasciato, o di dire che il nostro matrimonio era più una apparenza che altro. All’epoca questo mi faceva molto male”.

Leggi anche: “Il 40% dei contagiati dalla variante Delta è vaccinato con due dosi Pfizer”, l’allarme degli esperti che porta ad interrogarsi sull’efficacia dei vaccini

Advertisement

Dopo la scomparsa di Denise la donna fece sapere al marito che voleva separarsi, lui le chiese di rimanere a casa ma lei non ha acconsentito. Nel suo intervento alla trasmissione Ore 14, la Maggio si è direttamente rivolta all’ex marito: Perché sei uscito dopo 17 anni? Visto che non volevi che si facesse il tuo nome e che non sei stato mai presente? Non ci siamo dati una spiegazione…Tutto questo, il fatto di esserti esposto in tv, ha stupito me e Kevin. Ci hai impedito sempre di fare il tuo nome nelle tante interviste che ho fatto. Ho fatto di tutto per lasciarti da parte”.

Dopo la loro separazione, l’uomo è scomparso dalla vita del figlio come ha precisato la mamma di Denise: “Ha passato il mantenimento a Kevin per un anno, non ha mai contribuito nella ricerca di Denise, non mai stato presente in nessuna udienza, non ha avuto un rapporto affettivo con suo figlio ed è anzi scomparso dalla sua vita…Ha voluto tanto bene alla bambina ed è stato ricambiato”. Concludendo la sua invettiva contro l’ex marito, Piera Maggio ha ancora una volta precisato che la sua priorità resta quella di trovare sua figlia e che non vuole che si parli della sua vita privata.

Condividi: