3 motivi per smettere di usare lo smartphone di notte

È quanto affermano diversi studiosi che hanno concentrato le loro ricerche sugli effetti collaterali che derivano dall’utilizzo dei dispositivi elettronici durante le ore notturne

È un’abitudine comune quella di usare lo smartphone di notte. Ore trascorse a navigare su internet, guardare un video, utilizzare applicazioni per giocare o editare foto. Ma sapete che l’uso notturno di tablet e telefoni può danneggiare la nostra salute?

È quanto affermano diversi studiosi che hanno concentrato le loro ricerche sugli effetti collaterali che potrebbero derivare dall’uso notturno degli smartphone.

Quanto è emerso dagli studi non è per nulla incoraggiate. Ed è per questo che ora gli esperti del team di ricerca consigliano di spegnere e tenere lontano qualsiasi dispositivo elettronico prima di andare a letto.

3 ottimi motivi per smettere di usare lo smartphone di notte

Usare lo smartphone di notte

Vediamo quindi quali sono le principali conseguenze che possono riscontrarsi con l’utilizzo notturno di tablet e cellulari

1- Disturbi del sonno

La luce blu emessa dagli smartphone, inibisce la formazione della melatonina. Come tanti di voi sapranno la melatonina è un ormone particolarmente importante per favorire il sonno. Inoltre i campi magnetici dei telefonini interferiscono con le onde cerebrali e favoriscono i disturbi del sonno.

La luce emessa infine, può causare insonnia, mal di testa, mancanza di concentrazione e persino depressione.

2- Danni agli occhi

Secondo il parere degli esperti la luce blu degli smartphone (circa 440 nm), può causare cambiamenti molecolari nella retina e nella cornea. La luce emessa dai dispositivi elettronici può avere effetti particolarmente dannosi sui nostri occhi. Può causare l’invecchiamento del sistema oculare che influisce direttamente sulla vista, secchezza oculare e infiammazione degli occhi.

3- Aumenta il rischio di cancro

Usare lo smartphone di notte può aumentare il rischio di cancro. Sapete che la melatonina rallenta lo sviluppo delle cellule tumorali? Quindi se il livello di questo ormone nel nostro corpo si abbassa a seguito della continua esposizione alla luce degli smartphone, le cellule tumorali potrebbero proliferare indisturbate.

La luce emessa dai dispositivi elettronici inoltre, riduce l’azione del tamoxifene, principio attivo utilizzato nel trattamento del cancro al seno.

È buona norma quindi e un’attenzione importante per la nostra salute, spegnere smartphone, tablet e qualsiasi altro dispositivo elettrico almeno un’ora prima di andare a letto.

Potrebbe inoltre interessarvi leggere: 

Back to top button