Un uomo senza gambe né braccia, lasciato dalla moglie, cresce da solo le sue due figlie: “È il papà migliore del mondo”

Pablo Acuna, 60 anni, originario Paraguay, ha dovuto affrontare in tutta la sua vita delle enormi difficoltà per la sua condizione: l’uomo è nato senza gambe né braccia a causa di una malformazione fisica per la quale non ha più gli arti inferiori e superiori.

Malgrado i suoi deficit fisici è riuscito a prendersi cura delle due figlie dopo l’abbandono di sua moglie, trovandosi ad affrontare una situazione non semplice.

Ma spinto dal grande amore per le sue due figlie è riuscito a superare degli ostacoli apparentemente impossibili per un uomo senza gambe né braccia.

Il profondo attaccamento con le sue figlie è stato testimoniato dalle parole di Elida che ha definito Pablo “il papà migliore del mondo”.

Nonostante le difficoltà legate alla sua menomazione, è nato senza gambe né braccia, questo padre ha sostenuto le figlie dopo l’abbandono della loro madre.

Pablo nonostante i suoi limiti, si muove grazie ad una carriola appositamente realizzata per lui, si è sempre preso cura delle sue figlie da solo sin da quando erano piccole dopo che la moglie ha abbandonato la famiglia più di 26 anni fa.

Quest’uomo nato senza gambe e braccia non perdendosi d’animo ha messo al primo posto sempre il benessere delle sue due figlie.

Ma per mandare avanti la sua famiglia, ha potuto anche contare su un’importante colonna nella sua vita: la nonna delle ragazze.

Un uomo nasce senza gambe e braccia

Un uomo nato senza gambe né braccia cresce da solo due figlie

Per ripagarlo di quello che ha fatto per lei e per sua sorella, Elida, la figlia minore di Pablo, ha deciso di trasferirsi da lui per occuparsi del padre, dal momento che la nonna è ormai troppo anziana per potersi occupare in pieno del figlio disabile.

Elida nutre un profondo affetto ed una totale gratitudine nei confronti del padre come confermano le sue parole:

“Mio padre è il mio mondo. È mio amico, confidente ed è il miglior papà del mondo.

Per questo ho lasciato la mia vita in Argentina e sono venuta a stare da lui per potermi prendere cura di lui, perché mia nonna non può più farlo, perché è vecchia. Non può muoversi da solo, dipende da un’altra persona […]”.

Con grande orgoglio la figlia di Pablo, nato senza gambe né braccia, ha inoltre ammesso:

Non ho mai visto mio padre triste. È sempre allegro e mi dà consigli molto saggi, anche se non è mai andato a scuola. È una persona molto intelligente, lo ammiro. È il miglior papà del mondo!”

Anche se Pablo è in buona salute, sua figlia Elida non ha voluto abbandonarlo per questo ha deciso di vivere con il padre, che a sua volta spera di poter realizzare un grande sogno: avere una casa tutta sua.

La sua famiglia ha sempre vissuto in affitto sotto la minaccia del proprietario che più volte ha detto di volerlo sfrattare.

Condividi: