“Tra 10 giorni vedremo gli effetti dei bagni di folla per la vittoria dell’Italia agli Europei”, il timore di Massimo Galli dopo i festeggiamenti di rito

Advertisement
Advertisement

Massimo Galli è tornato ad esprimere un parere critico sui contagi Covid prevedendo a breve gli effetti dei bagni di folla registratisi nel corso dei festeggiamenti per la vittoria dell’Italia agli Europei. Il responsabile di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano ai microfoni di Adnkronos Salute ha commentato criticamente gli assembramenti che si sono verificati nel post partita sottolineando i possibili rischi.

Leggi anche: Macerata, 60enne muore il giorno dopo la somministrazione della prima dose del vaccino Pfizer: disposta l’autopsia per accertare causa del decesso

L’esperto ha evidenziato il venir meno delle misure di sicurezza per ribadire che “lo strillarsi addosso in moltitudine aumenti il rischio di trasmettere l’infezione da Coronavirus è un assioma”. Massimo Galli ha comunque auspicato un risvolto positivo ribadendo che nel corso dei bagni di folla in piazza i protagonisti sono stati soprattutto i giovani, che hanno meno rischi di ammalarsi in modo grave.

Festeggiamenti Europei parla Galli folla sui contagi

Advertisement

Il parere critico di Massimo Galli sui festeggiamenti della vittoria dell’Italia agli Europei

Il professor Galli ha precisato che è necessario attendere qualche giorno per appurare le possibili conseguenze degli assembramenti: “Comunque l’incubazione di questa infezione è abbastanza breve e in capo a una settimana-10 giorni vedremo gli effetti sui contagi”. L’esperto non ha nascosto la sua preoccupazione per i bagni di folla che potrebbero aver favorito la diffusione soprattutto della variante Delta.

“Il virus sta camminando. I dati ci dicono che le infezioni, già prima di ieri sera, stavano un po’ salendo, per effetto, verosimilmente, della variante Delta. La scorsa settimana c’è stata già un’allerta del ministero della Salute sull’aumento di segnalazioni di casi di variante Delta in Europa tra turisti e tifosi, da Spagna, Portogallo, Russia, Finlandia” – ha commentato il professor Galli. Il responsabile di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano ha ammesso di temere un aumento delle infezioni, con contagi della variante Delta.

Leggi anche: Muore poche ore dopo la seconda dose del vaccino Astrazeneca: disposta l’autopsia sull’uomo 76enne per accertare un eventuale nesso con la vaccinazione

Advertisement

Nel corso delle dichiarazioni rilasciate a Adnkronos Salute, Massimo Galli ha inoltre previsto che non verranno colpite le persone già vaccinate, e nel caso di contagi si verificheranno decorsi non severi.  Il medico italiano ha infine ripreso le parole Boris Johnson per contestarle: “Ci sarà qualche caso disgraziato di persone che con la vaccinazione non hanno avuto risposta, e non lo possiamo ignorare. Non mi piacerebbe che si affermasse l’opinione di Boris Johnson che parla di ‘perdite accettabili’. Questo ripugna parecchio perché non esistono ‘perdite accettabili’”.

Condividi: