9 semplici ed efficaci consigli per contrastare i disturbi del sonno

Dormire poco e male non è salutare e a lungo andare porta a serie conseguenze per tutto l'organismo

Soffri di insonnia? Oppure durante la notte ti svegli e poi fai fatica a riaddormentarti? Sei nel posto giusto! Ecco alcuni consigli per contrastare il sonno disturbato.

Una condizione non molto rara, infatti il National Institute of Neurological Disorders and Stroke stima che sono circa 40 milioni le persone che solo negli Stati Uniti soffrono di disturbi del sonno a lungo termine. E 20 milioni coloro che hanno problemi occasionalmente.

Consigli per contrastare il sonno disturbato

Molti di questi problemi sono direttamente correlati al modo in cui dormiamo. Una cattiva posizione può facilmente portare a dolori articolari o affaticamento muscolare, che limita il potere curativo dei nostri cicli del sonno.

Ecco cosa puoi fare per dormire meglio, la prossima volta che vai a dormire segui questi consigli che ti aiuteranno a contrastare il sonno disturbato.

1. Dolore alla spalla

Dolore alla spalla

Se ti svegli regolarmente con una spalla dolorante, evita di dormire di fianco, specialmente sulla spalla dolorante. Inoltre, non è consigliabile dormire sullo stomaco, perché provoca un disallineamento delle spalle.

La posizione migliore è sdraiata sulla schiena. Metti un cuscino sottile (un cuscino ortopedico funzionerà meglio per te) sotto la testa. Prendi un altro cuscino, posizionalo sullo stomaco e tienilo tra le braccia.

Le tue spalle ora saranno in una posizione corretta e stabile. Inoltre, ti aiuterà a ripristinare le tue curve vertebrali naturali.

Se non ti piace dormire sulla schiena, prova a dormire in una posizione fetale. Porta le gambe leggermente verso il petto, mantenendo la schiena naturalmente arcuata e posiziona un piccolo cuscino tra le ginocchia.

Dormire con una mano sotto la testa non è consigliabile poiché si tratta di una posizione poco naturale per la spalla.

2. Mal di schiena

Mal di schiena

Se hai mal di schiena, è molto importante mantenere le curve “normali” della colonna vertebrale. Se il tuo materasso è troppo morbido, è tempo di acquistarne uno nuovo.

Dormire sulla schiena è probabilmente la posizione migliore per te. Posiziona un cuscino sotto le ginocchia per aiutare a riportare le curve vertebrali in posizione naturale. Puoi anche usare un piccolo asciugamano arrotolato.

Se preferisci dormire sul fianco, è meglio adottare la posizione del feto. Questo ti aiuterà a ridurre il mal di schiena.

Porta le gambe leggermente verso il petto, mantenendo la schiena naturalmente arcuata e posiziona un piccolo cuscino tra le ginocchia.

3. Dolore al collo

Dolore al collo

Proprio come con il mal di schiena, il tuo collo deve essere supportato mentre dormi.

In generale, dormire sulla schiena con un cuscino sotto la testa e un cuscino sotto ogni braccio è l’opzione migliore. Le persone con dolore al collo dovrebbero scegliere i loro cuscini con molta attenzione, ed è meglio optare per cuscini ortopedici.

Se preferisci dormire di fianco, assicurati di avere un cuscino non troppo alto. Idealmente, l’altezza del cuscino dovrebbe corrispondere alla larghezza di una spalla.

Se dormi a pancia in giù, usa il cuscino più sottile che riesci a trovare. Non è consigliabile dormire in questa posizione.

4. Difficoltà ad addormentarti

Difficoltà ad addormentarti

Al giorno d’oggi, è sempre più difficile non guardare il telefono o il computer prima di andare a letto. Ma dovresti farlo, perché ti aiuterà molto in caso di problemi di insonnia.

Elimina caffeina, bevande energetiche, té e cioccolato almeno 6 ore prima di coricarti.

Esercitarsi al mattino e al pomeriggio aiuta a tonificare il corpo, migliorare la circolazione sanguigna e farti addormentare molto più velocemente.

5. Mi sveglio spesso durante la notte

Mi sveglio spesso durante la notte

Se ti svegli spesso nel cuore della notte, non dovresti solo smettere di usare tutti i tuoi dispositivi elettronici prima di andare a dormire, ma anche evitare di bere alcolici.

L’alcol influisce sul ciclo del sonno. Inoltre, controlla la temperatura della stanza: la temperatura ideale è tra 20-22 °.

6. Non riesco a svegliarmi

Non riesco a svegliarmi

Tutti sembrano soffrire di questo problema. Tuttavia, è molto facile da risolvere. Basta impostare la sveglia alla stessa ora ogni giorno (anche nei fine settimana).

Inoltre se vuoi alzarti presto, devi anche andare a letto presto la sera.

7. Russare

Russare

Il russare si verifica quando le vie aeree si sono ristrette e l’aria fa vibrare i tessuti della gola. Se tendi a russare, evita di dormire sulla schiena.

In questa posizione, i tessuti della gola collassano e la lingua ricade indietro, restringendo le vie respiratorie. Il che porta al russare.

Scegli il tuo cuscino con attenzione. Cuscini troppo morbidi possono inclinare la testa all’indietro e aumentare il russare.

Usa un cuscino extra per impedire alla lingua di ricadere sulla trachea.

Dormi piuttosto sul fianco. Con la testa in una posizione naturale, nulla limiterà il flusso d’aria.

8. Crampi alle gambe

Crampi alle gambe

I crampi alle gambe sono di solito spasmi improvvisi o irrigidimento dei muscoli del polpaccio, dei piedi o delle cosce. Quasi l’80% delle persone soffre di questo problema, indipendentemente dalla loro età.

I crampi notturni sono spesso legati a malattie, danni ai nervi o assenza di oligoelementi. Se si verifica regolarmente questo tipo di dolore, consigliamo di rivolgersi al medico.

Per fermare i crampi alle gambe, puoi provare ad allungare o rafforzare i muscoli del polpaccio.

In questo senso, puoi provare a fare yoga o massaggiare le gambe prima di andare a letto. Ricorda solo che se vuoi ottenere buoni risultati, devi fare esercizi regolari.

9. Altri problemi?

Ci sono molti fattori che possono causare disturbi del sonno: stanchezza, scarpe scomode, problemi digestivi. Consigliamo quindi di rivolgersi sempre ad un medico in grado di stabilire la vera causa del problema.

Le tue gambe ti fanno male di notte? Usa un cuscino per sollevarle mentre dormi.

E prova a massaggiarle leggermente ricordandoti, inoltre, di evitare la caffeina almeno 6 ore prima di andare a letto.

Source Images: BrightSide

Leggi anche:

Back to top button