Si sposano durante la pandemia di Covid-19, il matrimonio finisce in tragedia: lo sposo muore e 80 invitati vengono contagiati

In India, un matrimonio si è trasformato in dramma dopo che due giovani si sposano durante la pandemia di Covid-19 scegliendo di coronare il loro sogno d’amore.

Pochi giorni dopo il matrimonio lo sposo muore, e 80 invitati scoprono di essere stati contagiati dal Covid-19.

Questo matrimonio in pieno stile indiano, con un gran numero di invitati, ha annullato le norme di sicurezza. La vicenda è stata riferita dalla CNN che ha raccontato la notizia.

La tragedia è avvenuta a Nuova Delhi, in India, in seguito alla celebrazione del matrimonio, lo sposo è morto due giorni dopo le nozze.

A quanto pare proprio la vittima ha contagiato gli invitati che giorni dopo il matrimonio hanno accusato i primi sintomi.

Così 80 persone sono risultate positive al Covid-19 e tra queste, alcune non erano presenti alla cerimonia.

Di fatto, tra i contagiati si sono registrate anche persone che non erano fisicamente presenti alla cerimonia, ma hanno avuto contatti con gli invitati come riferito dalla CNN da Kishore Chaudharyn, ufficiale medico capo di Patna.

Un caso simile si era in precedenza registrato interessando un uomo di 30 anni, che ha condiviso lo stesso destino dello sposo dopo aver partecipato ad una festa.

Si sposano durante la pandemia di Covid-19 , 80 invitati vengono contagiati

Si sposano durante la pandemia di Covid-19 : lo sposo muore e 80 invitati risultano infettati

Solo dopo la morte dello sposo, gli invitati sono stati sottoposti a tampone, i soggetti positivi si sono trasferiti in un centro locale anti Covid-19.

Si sono avviate delle indagini più approfondite per rintracciare i contatti ed il focus infettivo, così è emerso che lo sposo presentava i sintomi prima del matrimonio, ma non gli aveva dato peso pensando che si trattasse di semplice stress.

Il capo della polizia locale, Surev bg ndra Kumar, ha dichiarato che questa mancanza di responsabilità è da ritenersi la causa del decesso e dell’alto numero dei contagi.

Il fatto che i due si sposano durante la pandemia di Covid-19 non è stata la sola noncuranza in questa triste storia che arriva dall’India.

Si deve inoltre segnalare che lo sposo aveva fatto un lungo viaggio per arrivare al matrimonio, percorrendo più di 1000 km.

Dopo le nozze della coppia, le sue condizioni di salute si sono aggravate e così è stato costretto al ricovero in ospedale dove i medici non hanno però eseguito il tampone, di conseguenza non l’hanno curato per il Coronavirus.

Lo sposo è morto due giorni dopo le sue nozze, e solo dopo il decesso si è scoperta la causa.

Il matrimonio dei due che si sposano durante la pandemia di Covid-19 è stato identificato come un pericoloso cluster infettivo a Nuova Delhi. Infatti si sono esaminati tutti coloro che hanno partecipato al matrimonio.

Il capo della polizia ha spiegato che le 80 persone che sono risultate positive non avevano tutte preso parte al matrimonio, quindi chi ha avuto contatti con gli invitati ha finito per contrarre il virus.

In totale si sono dovute testare 400 persone dopo il matrimonio, come dichiarato dal chief medical officer di Kishore Chaudharyn di Patna.

In seguito, coloro che sono risultati positivi sono stati portati in un centro specializzato anti Covid.

La notizia di questo evento festoso che è finito in tragedia in India, con due giovani che si sposano durante la pandemia di Covid-19, ha fatto il giro del mondo.

Un dramma che ha messo sotto accusa la mancanza di considerazione delle norme, visto che i due si sposano durante la pandemia di Covid-19 senza alcun rispetto delle misure di sicurezza.

Si tratta di un caso da tenere a mente come una sorta di promemoria, dal momento che le riunioni e le feste sono in assoluto da evitare in quanto potenziali focolai infettivi.

Condividi: