Seggiovia precipitata, paura in Svizzera per i partecipanti di una gita

Erano in gita con la Lindt, due sono in pericolo di vita

Una gita da incubo per alcuni turisti in viaggio con la Lindt e che di certo non dimenticheranno facilmente. In Svizzera, qualche giorno fa la cabina di una seggiovia è precipitata, provocando il ferimento di 4 persone.

Due delle quali, una 33enne e un 40enne, sono ancora ricoverate in ospedale in pericolo di vita. Secondo i primi accertamenti, facevano parte dei membri di una gita organizzata dalla Lindt, la famosa azienda produttrice di cioccolato.

Seggiovia precipitata: due persone sono in gravi condizioni

I turisti si trovavano in una delle località sciistice svizzere più famose, a Stoos, nel cantone di Svitto. Secondo la polizia, due di loro sono ancora ricoverati in gravi condizioni, mentre sono rimaste ferite in maniera più lieve, anche altre due persone, due uomini di 33 e 38 anni.

incidente con seggiovia

In base alle prime ricostruzioni effettuate, la cabina del Fronalpstock, si è staccata durante la discesa, facendo un volo di almeno 10 metri.

L’incidente, verificatosi intorno alle 22 è stato, molto probabilmente, causato dall’urto della cabina, contro un cavo usato dal gatto delle nevi.

I 4 feriti, che facevano parte di un gruppo più grande, composto da una decina di persone, sono stati immediatamente soccorsi e trasportati nell’ospedale più vicino, a bordo di 4 elicotteri.

Le dichiarazioni dei vertici degli impianti

La Lindt & Spruengli, ha rilasciato una nota in cui dichiara: “Il nostro pensiero va ai nostri dipendenti e alle loro famiglie”.

Secondo Florian Grossmann, portavoce della polizia, i feriti, sono tutti collaboratori dell’azienda produttrice di cioccolato. I restanti partecipanti della gita, si trovavano nelle altre cabine e non sono, fortunatamente rimasti feriti.

Thomas A. Meyer, presidente del Consiglio di amministrazione degli impianti di risalita, sgomento, non riesce a spiegarsi, come sia potuto accadere un simile incidente.

Il suo pensiero è rivolto ai feriti e alle loro famiglie. I vertici degli impianti di risalita, pensano che il conducente del gatto delle nevi, non fosse a conoscenza della corsa notturna della seggiovia.

L’autista del veicolo è sconvolto e attualmente seguito da un care team. Gli appuntamenti notturni a Stoos, sono abbastanza frequenti, secondo Meyer.

Il Servizio d’inchiesta svizzero sulla Sicurezza (Sisi), è stato interpellato per far luce sul drammatico incidente. Per il momento la parte superiore dell’impianto Stoos-Fronalpstock resterà chiusa fino a nuovo avviso.

Prima, si dovrà chiarire come sia potuto accadere un incidente del genere, che per adesso, non ha spiegazioni certe.

Potrebbe interessarti leggere anche:

Back to top button