Sandra Milo, malore in diretta dopo il vaccino: “Non respiro più”, pubblico e conduttori nel panico, poi la verità

Advertisement
Advertisement

È finita al centro delle polemiche Sandra Milo, ospite ieri della trasmissione di Radio Due “Un giorno da pecora”.

La musa di Fellini, collegata in diretta con Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, è stata invitata per raccontare la sua esperienza in diretta dopo il vaccino. Sandrocchia, come la chiamano affettuosamente i fans, si era fatta immortalare a fine febbraio durante la prima somministrazione del vaccino contro il Covid.

Suscitando, come sempre, vivaci commenti sul suo look e la sua conosciuta verve.

Leggi anche: L’autopsia sul professore di Biella morto 17 ore dopo la somministrazione del vaccino Astrazeneca nega legame con la vaccinazione e rileva problema cardiaco

Advertisement

“Cerco solo di sensibilizzare le coscienze degli scettici o dei novax ad agire per il meglio nell’interesse di tutti”, aveva scritto Sandra Milo in risposta ai tanti commenti che la ritraevano in abito rosso e spalla al vento il 26 febbraio.

“Ho il terrore e mi volto dall’altra parte per non guardare”, aveva raccontato la Milo, scherzando sulla proverbiale paura di tante persone di fronte ad ago e siringa.

Ieri, il richiamo, ed anche questa volta l’occasione per raccontare la sua esperienza. “Ho fatto il secondo stamattina, sto abbastanza bene. Un po’ mi batte il cuore più velocemente, però dai…” ha detto Sandra Milo ad inizio collegamento.

Advertisement

Sandra Milo, malore

Sandra Milo simula un malore

Poi, improvvisamente, la frase :“Oddio, forse non sto bene, oh cavolo, cosa succede, non respiro, aiuto..” Immediata la reazione dei conduttori  che, sempre in diretta, hanno detto “chiamate la figlia”.

La voce di Giorgio Lauro insiste : “C’è la figlia? Avete il numero in regia? Sandra? Qualcuno chiami la figlia”, dice più volte il conduttore. A questo punto Sandra svela lo scherzo e dice di sentirsi bene, e di avere finto un malore per vedere la reazione del pubblico.

Advertisement

Leggi ancheVomero, insegnante di 62 anni perde la vita: Aveva fatto il vaccino quattro giorni prima

Immediata la reazione del pubblico proprio nel giorno del ricordo delle vittime del Covid e, soprattutto, della decisione sul vaccino AstraZeneca. 

Quello, ricordiamolo, che nei giorni passati ha fatto registrare il decesso improvviso di diverse persone anche nel nostro Paese.

“Ci siete cascati era soltanto uno scherzo. Ve l’ho fatta, sto benissimo”, ha detto Sandra Milo. Ma, in molti, non hanno apprezzato.

Condividi: