Pizza con sardine, uovo, banane, salsa barbecue e rosmarino. L’improbabile pietanza infiamma le discussioni sul web

Una pizza da non provare quella a base di: sardine, uovo, banane, salsa barbecue e rosmarino

Un esperimento alla Frankeinstein è andato in scena nella cucina di chi ha preparato la pizza con sardine, uovo, banane, salsa barbecue e rosmarino.

Questo improbabile e disgustoso tipo di pizza è stato sfornato nel corso delle lunghe giornate di quarantena, durante le quali gli italiani si sono dedicati alla preparazione di pane, focaccia, pizza fatti in casa.

Ma non tutti sono degli chef né dei provetti pizzaioli. Come testimonianza il risultato della pizza con sardine, uovo, banane, salsa barbecue e rosmarino.

A quanto pare il risultato sperato da chi si è cimentato in questa rivoluzionaria pietanza si è disatteso.

Soddisfatto dal risultato ottenuto, un utente ha condiviso la sua creazione culinaria sui social. Ma gli altri internauti hanno reagito di “pancia” nel vero senso della parola criticando quella pizza immangiabile.

Molti hanno avuto una sensazione di nausea alla sola vista di quella strana accozzaglia di ingredienti dai sapori dissonanti.

La pizza con sardine, uovo, banane

La pizza con sardine, uovo, banane, salsa barbecue e rosmarino che non convince i cultori della pizza

Così una delle pietanze più semplici, facili e buone della cucina italiana, la pizza, si è trasformata in una mostruosità.

Questo è un cattivo esempio che ci invita a non giocare con il cibo. Invece si può cucinare in modo alternativo la pizza in padella. Una versione davvero buona, da leccarsi i baffi.

Dopo aver fatto storcere il naso agli amici, che per primi sono venuti a conoscenza di quell’orrore in cucina, anche gli utenti social si sono ribellati a quello scempio culinario.

La pizza con sardine, banane, uovo, salsa barbecue e rosmarino di un utente, di cui non si conoscono le generalità, si è meritata una serie di appellativi negativi.

Forse in altre parti del mondo questa pizza avrebbe riscosso pareri positivi ma in Italia no. La pizza è un patrimonio gastronomico da tutelare.

Quindi non si possono ammettere delle sperimentazioni che potrebbero intaccare la sua reputazione.

Molti utenti del web infatti hanno convenuto che un simile risultato non merita nemmeno di essere chiamata pizza. Meglio attribuirle il titolo di mostruosità della cucina italiana.

Back to top button