Il pasticcere sardo ogni sera regala i prodotti invenduti ai poveri. Chiude il negozio e apre il cuore

E così il dolce più buono, è quello che prepara ogni giorno il suo cuore

È dolce il suo gesto. È nobile l’animo del pasticcere sardo che ogni sera chiude il suo negozio, il Miky’s Dream Bakery, mentre apre il suo cuore. Ai suoi valori, alle iniziative belle per i poveri della città.

Piccole iniziative capaci di portare significato e bellezza in questo mondo vissuto di corsa, spesso accecato dal miraggio del successo.

Nicola Loi è un pasticcere sardo, vive a Quartu Sant’Elena, in Sardegna.

Il pasticcere sardo che aiuta i poveri
Miky’s Dream Bakery

Con  il suo esempio dimostra di saper vedere oltre scontrini, ricevute fiscali, registratori di cassa. Nicola vede quello che in molti non riescono a cogliere in tutta la sua dimensione.

Il bisogno di cibo, e lo stato d’animo che porta coloro che ne soffrono la mancanza, a vivere con vergogna la loro situazione. Perché il pensiero cosiddetto dominante non ammette la caduta o la sconfitta, e così se ti trovi ai margini sei bollato con lo stigma della vergogna.

Il nobile gesto del pasticcere sardo

“All’inizio avevo pensato di mettere un cartello fuori dal negozio e invitare i bisognosi ad entrare per prendere i dolci” racconta questo pasticcere dal cuore d’oro, poi ho capito un’altra cosa.”

“Ho capito che chi ha veramente bisogno si vergogna della sua situazione, e così ho creduto meglio dar loro una mano rispettandone la sensibilità”.

Ogni sera alla chiusura lasceremo appesi fuori dei pacchetti con il non venduto! Per chi volesse ……

Pubblicato da Miky's Dream Bakery su Lunedì 28 ottobre 2019

Iniziative come quella di Nicola Loi per fortuna ne esistono nel nostro Paese, a dimostrazione che la solidarietà vera non si compra con una tessera o non si acquisisce di diritto.

L’iniziativa del pasticcere sardo coglie non solo un bisogno forte, la fame, la mancanza di cibo, ma anche il rispetto e la sensibilità.

Valori che Nicola conosce e che se fossero tenuti in maggiore considerazione da tutti, non porterebbero a situazioni spesso drammatiche come quelle che si sentono o si vedono.

Vanno diffuse e condivise queste bellissime iniziative.

E vanno applaudite. Grazie Nicola, per rendere questo mondo più bello e più degno!

Non perdete:

Back to top button