I vincitori del Premio Nobel hanno trovato una nuova cura per il diabete

E' una notizia recente quella che riguarda la possibile scoperta di una nuova cura per il diabete, scoperta dai vincitori del Nobel

Se fosse possibile sarebbe un importante passo avanti per la scienza e la medicina, che salverebbe e migliorerebbe la vita di milioni di persone in tutto il mondo. Ma cosa prevede la nuova cura per il diabete recentemente scoperta?

Un gruppo di ricercatori e uomini d’affari di Gerusalemme, guidati dai premi Nobel per la chimica, Sidney Altman e Arvey Warshel, affermano di avere una cura per il diabete.

Nuova cura per il diabete: tutti i dettagli

Solo in Italia ci sono più di 3 milioni di persone che soffrono di diabete. Ma vediamo cosa è stato scoperto in merito ad una possibile nuova cura.

https://twitter.com/JLANoticias/status/1182463753708683264/photo/1

Secondo i medici questa cura potrà essere disponibile già fra pochi anni e dovremmo ringraziare Betalin Therapeutics che ha sviluppato il primo pancreas bioartificiale.

Questo pancreas è prodotto con tessuto polmonare suino e cellule secernenti insulina. Il pancreas artificiale si impianterebbe nel paziente tramite un intervento chirurgico in cui si potrà collegarlo attraverso i vasi sanguigni.

Attraverso questo impianto, il nuovo pancreas artificiale sarà in grado di misurare il livello di zucchero nel corpo del paziente.

Ma non solo, perché fra le sue capacità c’è anche quella di secernere una quantità ottimale di insulina in modo che lo zucchero nel corpo abbia un livello equilibrato.

E le premesse sono buone, anche il CEO Dr. Nikolai Kunicher è ottimista nei confronti del pancreas artificiale. Ed in merito ha affermato:

“Questo è un nuovo modo di curare il diabete. Attualmente possiamo solo controllare la malattia, mentre così potremo addirittura avere una cura.

Un pancreas diabetico infatti, ha perso la capacità di secernere insulina e con la nuova cura, noi restituiremo al corpo questa importante funzione.

Dopo il trapianto il paziente non dovrà più iniettare insulina nel suo corpo”.

Finora il gruppo di ricerca ha effettuato test sugli animali e nei prossimi 12 mesi inizieranno i test sugli esseri umani.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, in tutto il mondo ci sono circa mezzo miliardo di persone con diabete di tipo 1 o di tipo II. E secondo Kunicher circa 160 milioni di persone dipendono dall’insulina.

Finora Betalin ha raccolto 3,5 milioni di dollari, ma non è abbastanza. L’obiettivo è raccoglierne altri 5. Il pancreas artificiale avrà un costo di circa $ 50.000 per paziente.

Si tratta di una notizia meravigliosa che ci dà la speranza di un efficace proseguimento nella ricerca medica.

Noi nel frattempo non possiamo fare altro che sperare con tutto il cuore che la nuova cura sia molto presto disponibile.

Con l’ulteriore speranza che vengano raccolti altri soldi per abbassare i costi e per renderli a più accessibili a tutte le persone nel mondo che purtroppo soffrono di diabete.

Leggi anche:

Back to top button
Close
Close