I motivi per cui non si dovrebbe mai graffiare una puntura d’insetto spiegati dagli esperti

Graffiare una puntura d’insetto aumenta il rischio di infezione, per tale motivo si sconsiglia di cedere all’impulso impellente di intervenire con le unghie.

Le punture degli insetti sono nella maggior parte dei casi innocue, anche se creano un certo disagio a livello cutaneo, in quanto l’insetto forando la pelle scatena una reazione, ossia la comparsa di bolle, irritazione e prurito.

Queste manifestazioni tendono però a risolversi in breve tempo, per questo gli esperti consigliano di non graffiare una puntura d’insetto per non aggravare la situazione.

Dopo essere stati punti da zanzare oppure altri insetti si viene colpiti da una sensazione di prurito dovuta alla reazione allergica: il nostro corpo si difende dai microrganismi portati dall’insetto scatenando una simile risposta protettiva.

Quando si viene morsi da una zanzara, l’insetto inietta nella pelle del soggetto, attraverso la sua saliva, degli anestetici ed anticoagulanti, che hanno lo scopo di non far percepire la presenza stessa dell’insetto.

A sua volta il nostro sistema immunitario si attiva per difendere il corpo e così contrastare gli aggressori.

Questo processo fa aumentare la circolazione sanguigna, lasciando la pelle rossa e gonfia, ma come conseguenza determina anche una sensazione pruriginosa.

non si dovrebbe graffiare una puntura di insetto

Ecco perché non si dovrebbe mai graffiare una puntura d’insetto

Malgrado il disagio avvertito a causa del prurito, la raccomandazione è quella di evitare di grattarsi, perché così facendo si rischia di infettare la ferita, trasferendo i batteri, eventualmente presenti sulle unghie, sulla puntura d’insetto.

Pertanto, quando si viene morsi da un insetto è importante ricordarsi di non grattarsi e di mantenere la zona colpita il più possibile pulita.

Inoltre, si consiglia di impiegare dei repellenti dalla formulazione naturale che aiutano a tenere alla larga gli insetti.

Un altro consiglio vantaggioso è quello di tenere sempre a portata di mano una pomata ad hoc contro le allergie cutanee, da usare all’occorrenza in caso di una puntura d’insetto per lenire: il prurito, il bruciore e le manifestazioni di arrossamento.

Leggi anche:

Condividi: