Ilaria Cucchi amareggiata rivela: “È stato un duro colpo vendere la casa di Stefano, è stato come lasciarlo andare”

Advertisement
Advertisement

La famiglia di Stefano Cucchi ha dovuto prendere una decisione sofferta: vendere la sua casa a Morena, come reso noto da Ilaria Cucchi.

Una scelta necessaria, che è stata dettata da una situazione economica familiare attualmente non serena.

La casa di proprietà di Stefano Cucchi a Morena, quartiere nell’estrema periferia a sud-est di Roma, è stata venduta perché la sua famiglia da tempo non poteva permettersi di affrontare le spese ad essa legate.

L’abitazione era stata comprata dai genitori del geometra romano per offrirgli un sostegno, che gli permettesse di ricominciare una vita tranquilla, avendo a disposizione la sicurezza di una casa.

Advertisement

In seguito alla drammatica morte di Stefano il 22 ottobre 2009, dopo sei giorni dal suo arresto, quell’abitazione ha rappresentato un ultimo ricordo a lui legato, per questo per i suoi cari è stato un duro colpo doversene separare.

Ilaria Cucchi vende la casa di Stefano

Le parole di Ilaria Cucchi dopo la decisione di vendere la casa di Stefano

Ilaria Cucchi ha voluto condividere quanto accaduto alla sua famiglia, rivelando che adesso la casa a Morena, appartenuta a suo fratello, è stata acquistata da una giovane coppia.

Advertisement

Via social, Ilaria Cucchi ha fatto sapere le parole dei nuovi proprietari della casa:

“Ci hanno detto che erano fieri di aver comprato la casa di Stefano Cucchi. Erano emozionati. Stefano non era certo un eroe. Era un essere umano. Era mio fratello. Ora il suo nome significa qualcosa di importante”.

La notizia di una simile decisione presa dalla famiglia Cucchi ha mobilitato i media, che hanno contattato Ilaria Cucchi, per sapere quali fossero i motivi di quella vendita.

Advertisement

In una sua dichiarazione raccolta dai giornalisti dell’Ansa, Ilaria Cucchi ha ammesso amareggiata:

“Non riuscivamo più a far fronte alle spese. Questi 11 anni li abbiamo pagati cari, io e mio padre abbiamo perso il lavoro, lui si è ammalato, come mia madre.

È stato un duro colpo vendere la casa, è stato come lasciarlo andare. Il dolore non si ferma”.

Condividi: