Enzo Paolo Turchi si lamenta per la sua pensione troppo bassa: “È da fame!” urla indignato, ma scatena una pioggia di critiche

Advertisement
Advertisement

“Non si tratta così un’artista!” Queste le parole, amare, di Enzo Paolo Turchi, tornato a sfogarsi di fronte ai media per la sua pensione.

Non è la prima volta che Enzo Paolo Turchi e, come lui, altri artisti e personaggi dello spettacolo, sollevano il problema. Quello cioè degli importi che percepiscono dopo una carriera nel mondo dello spettacolo. Il ballerino coreografo non fa mistero dell’importo della sua pensione, 720 euro che, dice “Sono una pensione da fame. Questa è un’offesa a persone che hanno lavorato 40/50 anni che prendono 500 euro al mese che non ci fai niente oggi. Non si tratta così un artista. Anche gli artisti sono dei lavoratori”.

Leggi anche: Simona Izzo si sfoga furiosa: “Prendo solo 1.000 euro di pensione, non ce la faccio”, Maurizio Costanzo la bacchetta severo

Enzo Paolo Turchi pensione

Advertisement

Enzo Paolo Turchi, lo sfogo amaro

Lo sfogo di Enzo Paolo Turchi lo dicevamo, non è l’unico che viene sollevato dal mondo dello spettacolo. In questi anni altri personaggi, da Al Bano a Simona Izzo, non si sono vergognati di parlare apertamente degli importi delle loro pensioni. Proprio questa sincerità, fanno notare gli addetti ai lavori, costituisce l’ammissione della gravità del problema.

“Il discorso non è solo il mio, prosegue Enzo Paolo Turchi, l‘obiettivo è sostenere la categoria dei ballerini. I ballerini che conosco sono in difficoltà, faccio questi appelli anche per i giovani, che iniziano ora e non si sa con cosa si ritroveranno tra venti o trent’anni”.

Leggi anche: Emilio Fede in difficoltà economiche: “Ho una pensione da 8mila euro al mese, non mi bastano”, è il suo sfogo

Advertisement

La crisi che ha attanagliato il Paese, anche prima della pandemia causata dal Covid-19, ha messo in evidenza questa situazione di molti personaggi del mondo dello spettacolo. Se la moglie Carmen Russo difende Enzo Paolo, non mancano le voci di dissenso e di critica aperta. La più comune riguarda gli importi che queste persone hanno percepito durante la loro carriera.

Ma, anche di fronte a questo dissenso, il noto ballerino puntualizza : “Io posso aver guadagnato tanti soldi, averli sprecati, averli regalati, messi da parte però sono affari miei, se io verso i soldi mi dovete dare la pensione.” Il ragionamento di Enzo Paolo Turchi non fa una grinza!

Condividi: