Coronavirus: 3 consigli per indossare la mascherina nel modo giusto

Portate gli occhiali e vi si appannano dopo pochi minuti? Ecco quali accorgimenti da adottare

Coloro che portano gli occhiali ormai sanno che nel momento in cui indosseranno la mascherina, per evitare il contagio del coronavirus, andrànno incontro a un fastidioso appannamento degli occhiali.

Ecco quindi 3 accorgimenti molto utili e semplici da attuare, per evitare di andare in giro con una mascherina che provoca una visuale ridotta.

Coronavirus mascherina: qual è il modo giusto per indossarla?

Di seguito troverete 3 consigli utili per evitare l’appannamento degli occhiali. Gli accorgimenti sono rivolti all’uso della mascherina chirurgica.

mascherina

ADATTARLA BENE AL VOLTO. Qualcuno di voi magari non se ne sarà accorto, ma nella parte superiore della mascherina c’è un ferretto che permette di farla aderire bene al naso. Con la mascherina messa così, il fiato uscirà dai lati e non dall’alto.

ORIGAMI. Ovvero ripiegare di circa un centimetro verso l’interno la parte superiore della mascherina, con lo scopo di creare una vera e propria barriera fisica che impedisce al fiato di andare sugli occhiali. Mi raccomando, assicurarsi che la mascherina aderisca al naso.

SCHERMATURA. Lavare con acqua e sapone gli occhiali e farli asciugare. In questo modo sulle lenti rimarrà una specie di patina di sapone che non permetterà alle micro goccioline di aderirvi.

Quali mascherine comprare? Le diverse tipologie

Ormai in alcune regioni sono addirittura obbligatorie, tuttavia anche se non c’è l’obbligo, rimangono comunque uno strumento consigliato.

Ma fra tutte le tipologie, quali sono quelle da scegliere? Vediamo insieme le differenze.

Ffp1, Ffp2, Ffp3: queste sono le mascherine che servono ai medici e al personale sanitario che sta a contatto con pazienti malati. Nel caso siate voi stessi positivi sono assolutamente sconsigliate, perché non hanno funzione filtrante in fase si espirazione.

Le Ffp1 hanno il 78% di efficienza filtrante, le Ffp2 il 95%, mentre le Ffp3 il 98%. Si trovano in commercio a un prezzo che va dai 30/40 euro per circa 20 mascherine per quanto riguarda la 1 e la 2. La 3 invece può arrivare a costare anche il doppio.

MASCHERINE CHIRURGICHE: il ministero della Salute non le considera né come dispositivi medici né come dispositivi di protezione individuale. Sono indicate per limitare la diffusione di agenti biologici pericolosi nell’aria.

E sono consigliate per chi è già malato, in quanto non proteggono dal Coronavirus ma in fase di espirazione non permettono agli agenti patogeni di fuoriuscire. Il prezzo è minore ed è possibile trovarle al costo di 20 euro per una cinquantina di pezzi.

Leggi anche:

Back to top button
Close
Close