Bambino di 9 anni scappa di casa e corre dalla polizia per denunciare il padre: “Violenta la mia sorellina”, racconta agli agenti

Advertisement
Advertisement

Un bimbo di 9 anni scappa di casa e va dalla polizia dimostrando non solo coraggio ma anche una grande maturità, malgrado la sua tenera età. il ragazzino infatti ha denunciato gli orrori a cui ha assistito tra le mura di casa, raccontando gli abusi sulla sua sorellastra da parte del padre. Il piccolo eroe dopo aver svelato le terribili violenze in ambito familiare ha messo fine ad una situazione drammatica.

Questa vicenda che arriva da Malaga, in Spagna, andava avanti da tempo e stava rovinando la vita non solo della sorellastra del ragazzino, ma anche la sua e quella di altri due fratelli più piccoli. Il bambino ha avuto il coraggio di denunciare le violenze in famiglia da parte dell’orco: il suo stesso padre. Con grande senso di responsabilità e dopo aver fatto attenzione a non destare alcun sospetto, il bimbo di 9 anni scappa di casa e va dalla polizia. Il ragazzino così una mattina, con la scusa di andare a scuola, si è allontanato da casa per recarsi di corsa presso la stazione di polizia più vicina.

Bimbo di 9 anni scappa di casa va dalla polizia

Leggi anche: “Denise Pipitone è viva, la verità è vicina”: lo rivela, dopo i recenti passi in avanti nelle indagini, l’ex pm Maria Angioni

Advertisement

Bimbo di 9 anni scappa di casa e va dalla polizia

Il bimbo di 9 anni scappa di casa e va dalla polizia per denunciare un terribile segreto familiare. Presentatosi di fronte agli agenti ha svelato una terribile realtà familiare: “Mangio poco e male perché devo cucinarmi da solo, nessuno mi accompagna a scuola, mi lavo raramente”. Dopo aver raccontato le difficoltà da lui affrontate, ha poi rivelato un atroce segreto: gli abusi del padre sulla sorellastra, una ragazza di 15 anni, nata da una precedente relazione della madre. La testimonianza drammatica del ragazzino ha portato ad indagare su quell’ambito familiare composto dal padre di 41 anni, la mamma di 36 e da 4 figli minori.

Nel corso delle indagini, gli agenti di polizia hanno fatto un sopraluogo nell’appartamento dove viveva la famiglia, trovandosi di fronte una situazione degradante. Così sono scattati gli arresti per entrambi i genitori dopo la denuncia del minore e le indagini: il padre è stato accusato di violenza sessuale su minore. Anche la posizione della madre è risultata grave perché ritenuta complice, avendogli permesso di violentare la figlia.

Leggi anche: Un bambino disabile insultato e cacciato dal parco: ”Sei un handicappato, devi stare a casa”

Advertisement

Sapere che un bimbo di 9 anni scappa di casa e va dalla polizia cambiando il destino della sua famiglia conferisce alla drammatica vicenda un connotato ancora più doloroso, perché testimonia come gli adulti una volta persa l’innocenza dell’infanzia possono diventare disumani.

Condividi: