Beppe Grillo furioso nel video che difende il figlio Ciro dalle accuse: “Arrestate anche me”, tuona fuori di sé

Advertisement
Advertisement

Sta facendo discutere il video di Beppe Grillo nel quale il fondatore del movimento 5 Stelle tenta di difendere il figlio Ciro.

Ieri il video ha fatto letteralmente il giro del web. Il comico genovese ha deciso di intervenire platealmente sulla vicenda che vede il figlio accusato di stupro insieme ad altri amici. ” Mio figlio è su tutti i giornali come uno stupratore seriale insieme ad altri tre ragazzi,  dice Beppe Grillo dalla sua casa in Toscana, Voglio chiedervi, voglio una spiegazione sul perché un gruppo di stupratori seriali, compreso mio figlio, non sono stati arrestati.”

Leggi anche: Il figlio di Grillo sotto accusa: “Tenuta per i capelli e costretta”, è l’accusa che lo porterà al processo

Comincia così il video nel quale Grillo prova, in maniera piuttosto goffa, a difendere il figlio e gli amici.

Advertisement

Il video di Beppe Grillo in difesa del figlio Ciro

Un ragionamento, quello dell’esponente del Movimento 5 Stelle , che tenta di far passare la tesi secondo cui il figlio non sarebbe in realtà uno stupratore seriale. “Perché, continua Grillo, non li avete arrestati subito? Perché vi siete resi conto che non è vero niente, non c’è stato alcuno stupro“, prosegue l’ex comico, tentando così di sostenere la sua tesi. Il ragionamento del comico si può quindi riassumere in questo modo: poiché il figlio e gli amici non sono stati arrestati, significa che il reato non è stato commesso.

E, per sostenere ancor meglio il ragionamento, parla anche del video e sottolinea come la vittima non avrebbe atteso 8 giorni per sporgere denuncia. Immediate le reazioni alle parole del video di Grillo. Pina Picierno, deputata del Partito Democratico, definisce aberrante il ragionamento. Mentre Maria Elena Boschi, spesso oggetto di critiche velenose da parte del fondatore del movimento 5 Stelle, dice: ” Fa un torto a tutte le donne vittime di violenza.”

Advertisement

Beppe Grillo video

Leggi anche: Roberto Formigoni riavrà il suo vitalizio da 7 mila euro: la polemica scoppia immediata

Ma Grillo non si ferma e nel finale, in maniera agitata, ripete: “C’è un video, passaggio per passaggio, e si vede che c’è la consensualità un gruppo che ride, ragazzi di 19 anni che si stanno divertendo, che sono in mutande e saltellano col pisello così perché sono quattro cogl***i, non quattro stupratori“, ripete Grillo.

Advertisement

Che conclude: “Se dovete arrestare mio figlio, perché non ha fatto niente, allora arrestate anche me perché ci vado io in galera“.

Condividi: