Aggressione ai sanitari a bordo di un’ambulanza. Accade a Rivergaro

Voleva più mascherine dagli operatori del 118, così dopo aver sputato contro di loro, li ha minacciati di colpirli con un bastone. E dopo l’aggressione ai sanitari, non sono  mancate le percosse nemmeno ai carabinieri.

È accaduto a Rivergaro, un piccolo comune in provincia di Piacenza. L’uomo, di origini senegalesi, alla fine è stato arrestato dai carabinieri con l’accuse di tentata rapina aggravata, minaccia, resistenza a Pubblico Ufficiale e anche interruzione di servizio pubblico.

Aggressione ai sanitari minacciati da un bastone

La notizia è stata riportata da Il Piacenza, che ha raccontato ciò che è successo la sera di qualche giorno fa. In base alle testimonianze l’uomo, di 39 anni, in evidente stato di alterazione, avrebbe perso il controllo dopo il rifiuto, da parte del personale sanitario, di fornirgli delle mascherine.

Fuori di sé e dopo aver gridato frasi sconnesse, avrebbe persino brandito un bastone con cui ha minacciato gli operatori sanitari di un’ambulanza del 118 della Pubblica assistenza Sant’Agata.

aggressione

I sanitari hanno fatto giusto in tempo a nascondersi a bordo dell’ambulanza. In questo modo hanno evitato gli sputi dell’uomo che dopo un po’ è fuggito.

La fuga tuttavia non gli è bastata, perché i carabinieri, chiamati dagli operatori sanitari, sono riusciti a identificarlo e a raggiungerlo molto presto.

L’uomo però, ormai decisamente fuori controllo, dopo l’aggressione sanitaria, ha pensato di aggredire anche le forze dell’ordine.

L’arresto

Dopo qualche minaccia e qualche colpo andato a vuoto, le autorità sono riuscite ad arrestarlo. Il 39enne al momento si trova nel carcere delle Novate a disposizione del pm Ornella Chicca.

Ciò che più sconvolge in tutta questa situazione non sono solo le minacce ma gli sputi rivolti agli operatori sanitari.

Il gesto è inaccettabile in condizioni normali, ma nella grave crisi che stiamo vivendo da diverse settimane a questa parte, diventa decisamente ancora più grave.

Se l’uomo fosse stato infetto, avrebbe potuto contagiare anche il personale sanitario, che si sta facendo in quattro per tutelare la salute di tutti.

Senza parlare delle forze dell’ordine che tutti i giorni escono per strada assumendosi diversi rischi. In ogni caso, purtroppo, questa non è certamente la prima e l’ultima aggressione ai danni dei sanitari che si verifica in quest’ultimo periodo.

Qualche giorno fa a Imperia un cittadino ubriaco aveva sputato contro il medico del pronto soccorso e contro i carabinieri successivamente arrivati.

Leggi anche:

Back to top button
Close
Close