Un bagno caldo fa dimagrire come una passeggiata di 30 minuti

L'interessante risultato arriva da uno studio inglese. Scopriamo qualcosa di più

Sapevi che fare un bagno caldo fa dimagrire e ha gli stessi benefici per il corpo di una passeggiata di 30 minuti? Può sembrare un sogno, ma questo è il risultato di uno studio effettuato da un team di ricercatori dell’Università di Loughborough, in Inghilterra.

Attenzione, lungi da noi affermare che senza attività fisica si possa ugualmente dimagrire. Stiamo solo riportando ciò che è stato scoperto dal Dr. Faulkner.

Fare un bagno caldo fa dimagrire

Il team ha sottoposto 14 uomini a 2 test: un giro in bicicletta di 1 ora e un bagno di 1 ora a 40 ° C, che aveva lo scopo di aumentare la temperatura corporea.

Come previsto, andare in bicicletta ha effettivamente bruciato più calorie rispetto della doccia calda, ma le buone notizie per gli i più pigri, che poco amano l’esercizio fisico devono ancora arrivare.

La sorprendente scoperta è arrivata quando i ricercatori hanno capito che aumentando la temperatura corporea dei partecipanti allo studio di 1 ºC, si arrivava a bruciare la stessa quantità di calorie di quando si fa una passeggiata di circa 30 minuti (140 calorie).

un bagno caldo fa dimagrire

Il livello di zucchero nel sangue dei partecipanti è rimasto praticamente equivalente nelle tre attività; tuttavia, dopo il bagno caldo, le persone hanno mostrato picchi glicemici post-pasto inferiori del 10% rispetto a dopo l’esercizio.

Queste sono informazioni interessanti per la ricerca sull’obesità, poiché il picco glicemico è uno dei principali fattori responsabili dell’accumulo di grasso, specialmente nella regione addominale.

Inoltre, il bagno caldo ha anche innescato una risposta antinfiammatoria simile a quella causata dall’esercizio fisico. Ciò suggerisce che il riscaldamento passivo continuo possa aiutare a ridurre l’infiammazione cronica. Che di solito è presente in malattie come il diabete di tipo 2.

Il riscaldamento passivo

L’aumento della temperatura corporea dei partecipanti durante un lungo bagno caldo è chiamato riscaldamento passivo, al contrario dell’aumento della temperatura che si verifica quando pratichiamo attività fisiche.

Di recente, la scienza ha studiato come questo effetto possa giovare alla nostra salute.

Uno studio condotto in Finlandia e pubblicato nel 2015 suggerisce che l’abitudine di andare in sauna può ridurre il rischio di infarto o ictus, almeno negli uomini.

L’idea che il riscaldamento passivo possa contribuire alla salute del cuore è stata rafforzata da una ricerca dell’Università dell’Oregon, pubblicata nel 2016. Che dimostra che fare bagni caldi può abbassare la pressione sanguigna.

Gli effetti metabolici del bagno in ammollo a temperature elevate sono stati studiati per la prima volta nel 1999 presso il McKnee Medical Center in Colorado, negli Stati Uniti.

I risultati di questa ricerca hanno mostrato miglioramenti nel controllo glicemico, nella perdita di peso e nella riduzione della dipendenza da insulina nei pazienti con diabete di tipo 2.

Secondo il Dr. Faulkner, pochi studi sono stati condotti sui benefici per la salute del riscaldamento passivo. Pertanto, uno degli obiettivi della sua ricerca era proprio quello di far rivivere l’interesse per questo argomento.

Per ora, la ricerca del Dr. Faulkner ha mostrato risultati solo negli uomini, ma, chissà, funzionerà anche nelle donne?

Leggi anche:

Back to top button