Ha forti dolori all’addome: i medici trovano una tartaruga morta nella vagina di una 26enne che lamentava forti dolori alla pancia

Advertisement
Advertisement

Un caso sconcertante, dai risvolti raccapriccianti, arriva da Arona, uno dei principali comuni turistici del Tenerife, dove i medici di una struttura ospedaliera hanno trovato una tartaruga morta nella vagina di una 26enne britannica che si era rivolta alle cure mediche perché lamentava dolori forti al basso ventre. Nel corso della visita, i medici si sono trovati davanti qualcosa di inquietante, che li ha spinti ad ammettere di non aver mai visto nulla del genere prima di allora.

Durante gli accertamenti sulla donna si è scoperta la strana presenza di un rettile nel suo apparato riproduttivo, che rischiava di causare delle conseguenze ben più gravi. Il personale medico ha provveduto ad estrarre la tartaruga morta dal corpo della ragazza, che dopo lo shock iniziale è stata ascoltata dalla polizia spagnola allertata dai sanitari. Il rettile estratto era un Chinemys Reevesii, una specie che vive nelle paludi di origine asiatica, che si trova comunemente in vendita presso i negozi di animali.

Trovata una tartaruga morta nella vagina di una 26enne inglese in vacanza a Tenerife

Trovata tartaruga morta nella vagina

In seguito alla ricostruzione dei fatti, dei quali la ragazza non si ricorda niente, si è ipotizzato che quello strano epilogo fosse da attribuire ad un rapporto consumato nel contesto di un macabro rituale a luci rosse, ma non si è scartata la pista di una violenza sessuale, visto che la 26enne dagli esami del sangue presentava tracce significative di droghe e di alcol.

Advertisement

Leggi anche: Un padre offre 280mila euro al futuro genero che sposerà la figlia 26enne illibata ma richiede all’uomo dei requisiti particolari

La polizia di Tenerife parla di presunto stupro e ritiene possibile che la vittima sia stata stordita con un mix di sostanze stupefacenti durante un festino andato in scena nella zona di Las Veronicas, a Los Cristianos, a cui la 26enne ha partecipato con dei connazionali. La presenza della tartaruga morta nell’apparato riproduttivo della ragazza le ha provocato una seria infezione alle vie genitali. La turista inglese imbarazzata si è rifiutata di sporgere denuncia, un comportamento che ha fatto sospettare ulteriormente la polizia spagnola che prosegue ad indagare sul caso.

Condividi: