La sindrome di Asperger? Ce la spiega un bambino di 8 anni

“Non sono né pazzo né anormale. Non ho niente di raro. Semplicemente il mio modo di percepire le cose è diverso ed è per questo che posso apparire diverso. Ma la verità è che sono solo un bambino come un altro”

Questa è la storia di Federico García Villegas, un bambino di 8 anni, cileno, che è nato con la sindrome di Asperger (autismo).

Il bimbo è diventato famoso, dopo che la sua mamma ha deciso di pubblicare un video sui social, in cui lui sfata i miti che circolano sulla sua condizione.

La sindrome di Asperger spiegata da un bambino di 8 anni

“Non sono né pazzo né anormale. Non ho niente di raro. Semplicemente il mio modo di percepire le cose è diverso ed è per questo che posso apparire diverso. Ma la verità è che sono solo un bambino come un altro”, afferma il bambino.

Federico è consapevole di avere una sindrome che lo accompagnerà per tutta la vita. Il suo unico rammarico è di non essere bravo nelle attività fisiche come lo sono i suoi compagni.

Nel video pubblicato ha anche cercato di spiegare il perché è sempre molto distratto o perché gli capita molto spesso di perdere le cose.

Federico García Villegas

Lo scopo del video era quello di aiutare a comprendere cosa sia la sindrome di Asperger. E quale modo migliore di farlo fare ad un bambino che ci convive da tutta la vita?

Inizialmente il video doveva essere condiviso solo con i compagni di classe di Federico, affinché comprendessero meglio la sindrome.

Cosa comporta? E quali sono i sintomi?

La sindrome di Asperger è un disordine dello sviluppo neurologico incluso all’interno dei disturbi dello spettro autistico (ASD).

Solitamente viene diagnosticata nei bambini con un’età superiore ai 4 anni. Il cervello delle persone con sindrome di Asperger, ha un diverso funzionamento nella comunicazione, nell’interazione sociale e nell’adattamento alle esigenze di tutti i giorni.

Nello specifico si tratta di un linguaggio più fluente e di una capacità intellettuale media o superiore alla media.

Ancora non si sa esattamente come e perché si sviluppi, ma gli esperti pensano che possa essere collegata o provocata da altri problemi genetici.

Qualcuno però ha deciso di condividerlo anche sui social. In breve tempo è diventato virale, raggiungendo più di 274 mila visualizzazione e 70 mila reazioni.

Ecco il video:

Di seguito troverete i sintomi che si presentano nell’infanzia e che possono essere la spia di qualcosa che non va come dovrebbe:

  • Grande capacità commemorativa.
  • Uso leggermente raro del linguaggio.
  • Tranquillità provocata da routine ambienti strutturati.
  • Cattivo comportamento a causa di frustrazione e ansia.

Leggi anche:

Back to top button