Reddito di cittadinanza in arrivo importanti novità: i beneficiari dovranno accettare un lavoro stagionale, pena la decadenza del sostegno economico

Advertisement
Advertisement

Gli esponenti dei diversi schieramenti politici hanno avanzato varie proposte per modificare i requisiti inerenti l’accesso reddito di cittadinanza. Tra le modifiche avanzate figura un emendamento al decreto legge Sostegni bis di Valentina D’Orso, esponente del M5S, che ha suggerito di sostenere il lavoro stagionale, obbligando chi riceve il sussidio statale ad accettare offerte di lavoro stagionali, entro 100 km dalla propria residenza. In modo da sospendere l’erogazione in quel periodo del supporto economico per avere un’integrazione Inps, se il compenso mensile risulta inferiore all’importo del Rdc. Il mancato rispetto dell’obbligo determinerà la decadenza del beneficio statale.

Leggi anche: “Aumentare le tasse per aiutare i giovani”: la proposta di una dote per i 18enni divide il mondo politico e viene bocciata da Mario Draghi

Anche Roberto Pella di FI ha avanzato una proposta di modifica del reddito di cittadinanza: la decontribuzione totale per le imprese del turismo che assumono lavoratori del settore in cig Covid o chi riceve Rem o Rdc.

La Commissione bilancio dovrà esaminare le diverse proposte relative non solo al reddito di cittadinanza ma anche di emergenza. Gli emendamenti presentati mirano a risolvere una criticità emersa nel corso della ripresa delle attività stagionali: la mancanza di personale, una carenza rilevata dai ristoratori e dai proprietari di stabilimenti balneari. Questa categoria di datori di lavoro ha reso noto che la cassa integrazione ed il reddito di cittadinanza hanno spinto molti a non cercare un’occupazione.

Advertisement

Reddito di cittadinanza in arrivo importanti novita

Reddito di cittadinanza: le possibili novità

Per dare una spinta sul fronte occupazionale e per agevolare il rapporto tra reddito di cittadinanza e politiche attive, il Pd ha avanzato la richiesta di 30 milioni di euro per finanziare i centri per l’impiego nel corso del 2022. Alessandro Amitrano del M5S invece ha proposto che sia il ministero del Lavoro a caldeggiare degli specifici progetti di occupazione, per i percettori del sostegno economico, attraverso delle convenzioni create con le partecipate pubbliche.

Leggi anche: Via libera all’assegno unico per ogni figlio dal 1° luglio 2021: chi può richiedere il sostegno economico da 30 a 217,8 euro 

Advertisement

In base alla proposta firmata da Fratelli d’Italia si prevede che coloro che beneficiano del reddito di cittadinanza seguano dei percorsi di formazione obbligatoria. La Lega ha chiesto una riduzione dei fondi per la distribuzione del sostegno economico del 10% annuo.

Si prevedono novità anche per quanto riguarda il reddito di emergenza: Leu e SI hanno chiesto un nuovo prolungamento, fino alla fine di ottobre del 2021.

 

Advertisement
Condividi: