Come eliminare l’eccesso di cerume dalle orecchie utilizzando l’acqua ossigenata

L'acqua ossigenata è utile per eliminare il cerume ma anche per spegnere infezioni e dolori a carico dell'orecchio

Un efficace e potente rimedio per eliminare l’eccesso di cerume e le infezioni è quello di pulire le orecchie con l’acqua ossigenata.

Il cerume è una sostanza che ha una sua funzione specifica: viene prodotta in modo fisiologico dalle ghiandole sudorifere presenti nel canale uditivo esterno per proteggere le orecchie.

Infatti la sua funzione è quella di prevenire la macerazione del condotto. Il cerume ha proprietà antibatteriche e grazie ad un pH acido rende il canale uditivo un ambiente avverso per i patogeni.

Quindi allontana il rischio di infezioni scatenate dalle invasioni i batteri e germi.

In alcuni casi si deve intervenire più spesso per pulire le orecchie ed eliminare il cerume, perciò può essere utile un rimedio come l’acqua ossigenata.

Ci sono dei soggetti che producono più cerume di altre, per cause soprattutto genetiche.

Ma la produzione di cerume aumenta anche qualora si frequentano dei luoghi soggetti ad una maggiore concentrazione di polvere e sostanze inquinanti.

Così come reazione di difesa da parte dello stesso organismo si verifica una maggiore produzione di cerume per eliminare i patogeni.

Si sconsiglia di ricorrere troppo spesso ai classici cotton fioc in quanto potenzialmente pericolosi.

Invece per pulire le orecchie per eliminare il cerume si consiglia di preparare un rimedio naturale con l’acqua ossigenata.

Basta versare in una tazza due parti uguali di acqua tiepida ed acqua ossigenata al 3% o meno. Poi serve un comune contagocce per versare circa 10 gocce di soluzione in ogni orecchio.

acqua tiepida ed acqua ossigenata

Mentre lo si fa si deve piegare la testa su ciascun lato. Si lascia agire per circa 3-5 minuti. Dopo si deve inclinare la testa sul lato opposto per favorire la fuoruscita del liquido.

Si completa il trattamento per pulire le orecchie risciacquando le orecchie con acqua tiepida.

Come pulire le orecchie con l’acqua ossigenata

Se non si ha molto tempo si può usare il metodo della doccia. Si deve mettere qualche goccia di acqua ossigenata in ciascun orecchio circa 10 minuti prima di fare la doccia.

In questo modo l’acqua ossigenata renderà più morbido il cerume, che verrà rimosso sotto la doccia. Mentre ci si asciuga si dovrà tamponare l’esterno dell’orecchio con un asciugamano pulito.

Pulire le orecchie con l’acqua ossigenata è un metodo da ripetere due volte a settimana.

La maggior parte delle persone ha una produzione normale di cerume, non serve intervenire più di due volte a settimana.

pulire le orecchie

Chi invece tende a produrne in eccesso può seguire un ciclo di pulizia di due volte a settimana per due settimane.

Poi può passare a pulirle due volte al mese e dopo si potrà ricorrere al rimedio naturale solo due volte all’anno. Si precisa che una pulizia troppo frequente può essere rischiosa.

L’acqua ossigenata oltre a togliere il cerume è utile in altri casi. Si segnalano diversi effetti derivanti dall’uso di perossido di idrogeno nelle orecchie.

Infatti oltre a favorire la rimozione del cerume che può indurre difficoltà uditive è utile per il trattamento di infezioni dell’orecchio.

Così l’acqua ossigenata rimuove i microrganismi e batteri responsabili del focus infettivo che causa infiammazione.

Il rimedio poi riduce il dolore locale delle orecchie. In particolare in presenza di ferite e tagli, il perossido di idrogeno disinfetta e lenisce il dolore.

Inoltre è utile anche per favorire la guarigione in caso di piercing e così si previene un’eventuale infezione.

Ma si possono anche pulire le orecchie con l’acqua ossigenata per sciogliere il raffreddore e risolvere l’influenza.

Di solito i virus ed i batteri trovano una porta di accesso per attaccare l’organismo dalle orecchie. Usando l’acqua ossigenata si eliminano i patogeni in modo efficace.

Leggi anche:

Back to top button